Pneumatici, Recensioni

Pneumatici Anlas Capra X

Introduzione al prodotto

Sono un motociclista amante del fuori strada, effettuo anche viaggi lunghi, cercando di coprire più Km possibili su sterrati facili e veloci senza disdegnare passaggi un po’ più complessi.

In ragione di questo ho provato molti pneumatici che definirei “Adventure” approdando a questi Anlas Capra X a metà estate 2020, tenendoli fino a settembre.

Esperienza d'acquisto del prodotto

Ho acquistato questi pneumatici direttamente dall’importatore in Italia sfruttando una convenzione del mio motoclub, perciò con un pochino di sconto, comunque sono pneumatici da circa 200 euro a treno… quindi non proprio economici.

Inoltre c’è da dire che, almeno io, ho fatto fatica e faccio tutt’ora fatica a reperirle sul mercato, almeno in Italia.

Immagini del prodotto

Dettagli sul montaggio o trasporto del prodotto

Per quanto riguarda il montaggio è risultato semplice e preciso, inoltre sono risultati ben bilanciati, infatti sono stati necessari solo pochi grammi al posteriore e niente all’anteriore per completare la bilanciatura delle ruote.

Vorrei aggiungere che dovendo usarli sia su sterrato che su asfalto ho deciso di tenere delle pressioni un po’ più basse del normale, ovvero 1,8 ATM all’anteriore e 2,0 ATM al posteriore, montandoli sulla mia Africa Twin CRF 1000 Adventure pressioni di questo tipo non hanno creato problemi, probabilmente grazie anche alla carcassa rinforzata con cui è fatto il pneumatico.

Dettagli sul comportamento del prodotto durante l'utilizzo

Gli pneumatici in questione si sono rilevati nel complesso ottimi in ogni condizione con alcune eccezioni.

Nello specifico, su strada tengono molto bene, permettendo pieghe ed andature pari ad altri pneumatici molto più stradali, sono un po’ rumorosi, a velocità superiori ai 90-100 km/h si crea una risonanza, minore che con altri pneumatici dal disegno simile, ma comunque ben avvertibile.

Su strada bagnata non ho riscontrato particolari problemi di tenuta ma nemmeno sono rimasto impressionato, quindi direi un comportamento neutro, anche se bisogna tener conto che in caso di pioggia io sono abituato a moderare l’andatura e guidare con particolare prudenza, sopratutto in fase di accelerazione.

In fuori strada mi hanno favorevolmente impressionato, danno un ottima trazione alla moto praticamente in ogni situazione, fango, terreno molle, terra battuta, brecciolino, erba, perdendo solo un po’ di direzionalità sul sasso smosso, come peraltro quasi ogni pneumatico, ma sono situazioni in cui deve subentrare la tecnica di guida prima del pneumatico.

In merito alla durata ci ho percorso circa 4000 km e probabilmente avrei potuto percorrercene ancora un po’, ma avrei perso molto grip in fuoristrada, quindi decisi di cambiarli, comunque credo che massimo sarei potuto arrivare a 4500/5000.

Per quanto riguarda il dato di usura tenete bene a mente che sono uno che i pneumatici li tratta abbastanza bene, che parzializza molto il gas, eccetto alcuni brevi tratti in cui mi diverto un po’.

Vorrei solo far presente che il pneumatico anteriore si è consumato in maniera non proprio regolare, consumando i tasselli più nella parte posteriore che in quella anteriore (riferito al singolo tassello), questo può essere dipeso anche dalla pressione di utilizzo, probabilmente se nelle lunghe tratte asfaltate avessi alzato un po’ la pressione non si sarebbero consumati in modo non uniforme.

Ci ho percorso molti tipi diversi di strada, urbana (con pavé, asfalto e san pietrini), extraurbana, autostrada e fuori strada tutti i tipi di fondi, li ho utilizzati in una stagione calda ed ho riportato solo il parziale distacco di un solo tassello sul pneumatico posteriore, comunque lasciando il pneumatico perfettamente utilizzabile.

Confronto con altri prodotti simili

I pneumatici più simili con cui mi sento di confrontarli sono i Michelin Anakee Wild che, quando li comperai io, costarono un po’ meno, durarono un bel po’ di più, circa 7000 km, i Capra X sono più silenziosi, offrono prestazioni pari su asfalto, ma durano meno e costano di più.

C’è da aggiungere che i Capra X, da caratteristiche, hanno una carcassa rinforzata, la chiamano con “aramide cinturata” che dovrebbe ridurre il rischio di foratura, io non ci ho forato in effetti, ma le forature sono state rare anche con gli altri pneumatici, pertanto non saprei dirvi ma voglio considerarlo un vantaggio da scheda tecnica.

PRO e CONTRO di questo prodotto rispetto agli altri

  • Ottima trazione in fuoristrada su fondi difficili
  • Minore rumorosità
  • Carcassa rinforzata per ridurre il rischio foratura
  • Durata inferiore
  • Costo superiore

Consigliamo questo prodotto ad altri motoviaggiatori?

Di sicuro non lo sconsiglio, di fatto mi sono trovato molto bene, però non è certo un pneumatico adatto ad un viaggio con lunghe percorrenze, anche se fuori strada, ed è più costoso di pneumatici che offrono caratteristiche simili ma durata forse leggermente maggiore. Se invece si deve affrontare un raid di 3/4000 km alternando tratti di asfalto a tratti di fuori strada con fondo difficile allora sì, è il pneumatico ideale.

Link per acquistare il prodotto

Galleria fotografia del prodotto

author-avatar

Relativo a Giorgio Canaccini

Mi presento… sono Giorgio un motociclista, amo viaggiare in moto, in strada, ma sopratutto fuoristrada. Ho un sogno: percorrere tutta la TET (Trans Euro Trail) che attraversa tutta l’Europa percorrendo la maggior parte dei km in fuori strada. Viaggio spesso, anzi quasi sempre, in solitaria, con tenda e cucinandomi i pasti, amo vivere la natura e le culture dei paesi che visito, questo è lo spirito di viaggiare fuori strada, con calma, attraversando piccole realtà e piccoli paesini locali, incontrando gente del posto, fermandomi a parlarci.... da poco ho deciso di condividere la mia passione e i miei viaggi con gli altri....

Torna all'elenco

Articoli correlati

  1. daniele.fino ha detto:

    Caro Giorgio.
    I Capra X li monto anch’io sulla mia Africa Twin CRF 1100 L Adventure Sports e, come te, mi sono trovato molto bene sia su strada che in fuoristrada. Purtroppo si consumano molto rapidamente infatti di quello posteriore, quest’anno, ne ho consumati 2. Con il secondo ci ho fatto anche l’Hard Alpitour trovandomi a meraviglia in ogni situazione. Quello anteriore si usura molto meno però anche il mio ha consumato i tasselli di più nella parte posteriore (usando pressioni come da prescrizione della casa costruttrice) peraltro senza dare problemi di grip o di rumorosità accentuati.
    Ciao.
    Daniele.

    1. Giorgio Canaccini ha detto:

      Grazie Daniele, mi fa piacere che concordiamo, i pneumatici sono sempre un argomento difficile in quanto molto soggettivi…. comunque davvero ottima gomma, da montare in vista di occasioni particolari, vista la durata….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.