Guadi d’Islanda

Noi siamo Gionata e Ylenia. Io ho percorso 395.000 km in 70 paesi. Lei è alle prime armi e l’Islanda è la nostra seconda avventura in moto.
Io vado in cerca di sterrati, guadi e fiumi da attraversare. Lei invece è terrorizzata dall’acqua.
Ecco perchè questo Tour dei Guadi d’Islanda partiva già con il lo spirito giusto: vincere una scommessa!

Continua a leggere

Settimana 19 e 20 (spedizione moto Nepal – Italia)

È l’ultima volta che questa moto mi riporta a casa, dopo aver fatto da cornice alle cose più belle e inimmaginabili che ho vissuto nei passati 12 anni. Sono toccato dal momento, ma intimamente soddisfatto: non avrei voluto cambiare questa moto per nessun altro motivo se non per il graduale invecchiamento da viaggio avventura. Adesso è il momento di cercare la nuova protagonista delle mie nuove avventure e iniziative incentrate sul viaggio. Comunicherò la mia decisione dopo il salone di Milano 2016

Continua a leggere

Settimana 17 e 18 (dentro al Nepal)

La passione per le moto, dicono, ce l’hai nel sangue.Io l’ho ereditata da mio padre quando, a sei anni, lo seguivo in sella alla sua Dominator sulle colline toscane. Ad occhi chiusi, stretto alla sua giacca, ricordo il peso della mia testa che oscillava a destra e a sinistra lungo i tornanti. Ricordo il rumore del traffico e degli animali di campagna e il rombo del motore farsi più acuto e poi grave.
Ed è così che ho imparato ad amare le moto. Non per quello che realmente sono ma per ciò che sono in grado di suscitare in me.

Continua a leggere

Settimana 13 e 14 (India, Kashmir, Ladakh)

Il mio rapporto con internet è idilliaco: sul web condivido la mia avventura, distribuisco il mio libro, organizzo eventi e promuovo i viaggi di gruppo in Patagonia. Ma più di ogni altra cosa internet mi tiene vicino alla mia famiglia. Ecco perché questi 14 giorni in Ladakh sono stati intensi: senza internet la distanza da casa ha reso nostalgico anche un motoviaggiatore navigato come me. E qualcuno cominciava a preoccuparsi…

Continua a leggere

Settimana 8 (Tagikistan, Uzbekistan e Turkmenistan)

Ho scoperto troppo tardi e a mie spese quanto la frontiera del Turkmenistan sia inflessibile ed essermi presentato in dogana senza visto è un errore che non mi perdonerò mai.
Qui tutto dipende dal doganiere che sfoglia il mio passaporto e, come spiego nel mio libro, l’ultima speranza è quella di far breccia nell’essere umano celato dentro all’uniforme.

Continua a leggere

Settimana 7 (Tagikistan e Pamir)

In viaggio la strada presenta una moltitudine di prove da superare e altrettante sono le scelte che il motoviaggiatore deve compiere per andare avanti.
Quando viaggio in solitaria sono libero di affrontare ogni imprevisto affidandomi all’istinto.
E, come qualcuno mi ha insegnato anni fa, l’istinto non si può giustificare

Continua a leggere