Bivacco-avventura, Recensioni

Tenda Quechua 2 Seconds Easy Fresh&Black

Introduzione al prodotto

Per un motoviaggiatore che ama il bivacco avventura o il campeggio, sia esso impegnato nel giro del mondo o semplicemente in un fine settimana di svago, la scelta della tenda è sicuramente un punto chiave per potersi permettere delle più che accettabili notti di sonno o momenti di riposo al termine di una lunga e stancante giornata di guida.

Prima di conoscere Gionata non avevo molta esperienza nel bivacco avventura o nel campeggio, salvo qualche sporadica notte in tenda qua e la. Conoscerlo ha fatto scattare in me la “scimmia” del bivacco avventura e quindi ho iniziato a chiedermi se la tenda utilizzata finora, una vecchissima Quechua 3 posti ad archi, fosse adatta o meno, e son giunto alla conclusione che non faceva al caso mio. Dopo lunghe ricerche, letture di opinioni e quant’altro su moltissimi marchi e tipi di tende, son giunto alla decisione di acquistare la nuova tenda Quechua 2 seconds easy fresh & black.

Come certamente saprete, questa tenda è l’ultima “trovata”  di casa Quechua ed è un mix tra la classica 2 seconds ed un tenda tradizionale. L’ho acquistata a fine maggio 2020, poco dopo la sua uscita sul mercato italiano, ed ho avuto modo di provarla in alcuni bivacchi avventura tra Toscana e Piemonte sia percorrendo strade asfaltate che sterrate.

Esperienza d'acquisto del prodotto

Ho acquistato questa tenda alla Decathlon di Grugliasco (TO) al prezzo di € 99,00, ma è facilmente acquistabile anche tramite il negozio online di Decathlon.

Immagini del prodotto

Dettagli sul montaggio o trasporto del prodotto

L’ho trasportata sia su strade asfaltate che sterrate come detto in precedenza, all’interno di una borsa a rullo della Kappa già recensita in questo sito, e non ha mai subito alcun danno dovuto alle sollecitazioni, quindi direi che è robusta. Per via della sua forma è facilmente trasportabile anche legata alle borse laterali o al bauletto posteriore, ma non credo che la sua custodia sia impermeabile, quindi meglio proteggerla dalla pioggia.

Dettagli sul comportamento del prodotto durante l'utilizzo

L’ho usata sia da solo che in coppia ed ho notato che un suo punto forte è sicuramente l’abitabilità, che non fa rimpiangere la tenda da 3 posti utilizzata in passato. Da solo ovviamente c’è spazio a volontà, di fianco al materassino riesco a farci stare il casco, la giacca da moto, i vestiti, una borsa a rullo ecc. ed avanzo ancora spazio.

In coppia ci si sta ugualmente comodi, avendo lo spazio al fondo dei piedi oppure dietro la testa per far stare i caschi ed abbigliamento da moto vario. Al suo interno inoltre ci sono 2 comode tasche per riporre per esempio smartphone, power bank o quant’altro ed infine c’è il classico laccetto per appendere una lampada o una maglietta.

La particolarità di questa tenda è che ha 2 entrate laterali invece della classica entrata frontale, cosa che trovo davvero comoda, soprattutto in caso di impellenze notturne. Ma anche solo per il semplice accesso dei due occupanti, si evita così di darsi fastidio a vicenda!  Inoltre queste entrate formano due piccole verandine in cui riporre senza problemi gli stivali da moto o comunque le calzature, unica nota negativa il fatto che le verandine non hanno la pavimentazione come all’interno della tenda, ma la roba la si appoggia direttamente sul terreno, ma  a mio avviso ha poca importanza.

Son rimasto piacevolmente colpito dalla tecnologia fresh & black adottata nei materiali che compongono i due strati di copertura, effettivamente anche in pieno giorno al suo interno è molto buio, e ciò permette di non avere un sonno disturbato se si vuole dormire un po’ più a lungo. Non ho ancora potuto testare la parte “fresh” di questa tecnologia avendo sempre bivaccato in luoghi già abbastanza freschi! Ha una buona ventilazione con diverse prese d’aria, che però purtroppo non si possono chiudere, ma tuttavia non fanno passare l’acqua e non si sentono fastidiose correnti d’aria all’interno della tenda.

Per quanto riguarda l’impermeabilità il mio giudizio è solo parziale, poiché solo in una notte ho preso una lieve pioggerellina, che ovviamente non ha creato il minimo problema alla tenda, posso però dire che all’esterno si asciuga molto velocemente, anche dalla rugiada notturna.

Veniamo ora al vero punto forte di questa tenda, e cioè i tempi di montaggio e smontaggio! Come dice il nome, è davvero così veloce da montare! Una volta estratta dalla sua sacca basta distenderla leggermente e tirare gli appositi cordini fino al bloccaggio e la sua struttura autoportante farà il resto! Tra estrarla dalla sacca ed aprirla ci vorranno 30/40 secondi al massimo, poi possiamo procedere a distenderla per bene e picchettare almeno le due entrate per creare le verandine. Lo smontaggio è un po’ più lungo, ma comunque veloce, una volta sbloccati i due agganci che la fanno rimanere tesa, è sufficiente “ammucchiarla” ed infilarla nella sua sacca, in un paio di minuti circa la tenda è smontata.

Vi potrà sembrare impossibile all’inizio farla rientrare nella sua sacca di trasporto e compressione, ma vedrete che con un minimo di manualità le dimensioni torneranno pressoché quelle di quando l’avete acquistata. Il suo ingombro da chiusa non è esagerato secondo me, si tratta infatti  di un cilindro di circa 20 centimetri di diametro e 58/59 di lunghezza.

Punto dolente è sicuramente il peso, infatti con i suoi 4,7 kg, picchetti e sacca compresi, non è sicuramente leggera. Però se fissata mantenendola più in basso possibile non va a gravare particolarmente sul baricentro della moto.

Confronto con altri prodotti simili

Come detto in precedenza, nell’arco della mia “carriera motociclistica” ho provato solo questa tenda ed una vecchia Quechua 3 posti ad archi. Indubbiamente i vantaggi di questa tenda sono enormi rispetto all’altra, primo fra tutti la velocità di montaggio e smontaggio, che in caso di pioggia fa davvero la differenza. Poi i materiali nel tempo sono migliorati notevolmente e quindi risulta davvero un po’ difficile fare un confronto.

PRO e CONTRO di questo prodotto rispetto agli altri

  • FACILITA' E VELOCITA' DI MONTAGGIO E SMONTAGGIO
  • QUALITÀ DEI MATERIALI
  • TECNOLOGIA FRESH & BLACK
  • ABITABILITA'
  • PRESENZA DEL DOPPIO STRATO
  • LE VERANDE OFFRONO GRANDE VENTILAZIONE
  • PESO UN PO' ECCESSIVO
  • IMPOSSIBILITA' DI CHIUDERE LE PRESE D'ARIA
  • SACCA DI TRASPORTO NON IMPERMEABILE (FORSE)

Consigliamo questo prodotto ad altri motoviaggiatori?

La mia risposta è si! Mi sento di consigliarvela perché la sua qualità costruttiva generale e la velocità con cui si monta e si smonta compensano ampiamente il suo unico vero neo che è il peso!

Buona strada e… buone dormite!

Link per acquistare il prodotto

QUECHUA

2 SECONDS EASY FRESH&BLACK

Galleria fotografia del prodotto

author-avatar

Relativo a Riccardo Aires

Ciao! Sono Riccardo Aires, un montanaro piemontese nato a Torino nel 1988. La mia più grande passione è la moto, e da quando avevo 14 anni non posso più farne a meno. Andare in moto è per me un modo di sentirmi libero e staccare dai pensieri quotidiani. Amo far chilometri, godere degli splendidi paesaggi e buttarmi in nuove avventure! Una volta indossato il casco stacco la spina e mi sento in un altro mondo.. Felice di condividere con voi le mie esperienze tramite la community Partireper!

Articoli correlati

  1. Francesco Russo ha detto:

    Ciao Riccardo, concordo con la tua recensione, la tenda in questione l’ho acquistata anch’io come te, appena uscita in commercio e ci ho fatto l’uscita WILD di luglio 2020 e la moto-tendata 2020. L’ho trovata comodissima, spaziosa, fresca, con un ottima areazione. Io la apro sopra un telone occhiellato in PVC, ovviamente impermeabile, di metri 2X3 comprato all’EUROBRICO per 10 €, che ha la funzione di ampliare il pavimento, così te lo ritrovi anche sotto le verandine dove di solito si mettono gli stivali, inoltre separa il pavimento della tenda dal terreno, aumentando la coibenza termica ed impedendo a quest’ultimo di sporcarsi con il terreno/foglie/erba.
    Inoltre, quando il posto in cui posiziono la tenda me lo consente monto un tarp (telone della DD Hammocks) di metri 4,5×3, leggerissimo e molto resistente, utilizzando gli alberi oppure due pali di alluminio di metri 2,20, sempre della DD Hammocks, composti da 4 sezioni ad incastro, con il quale copro la tenda, la moto (quando posso parcheggiarla vicino alla tenda) e mi avanza anche un pezzo di veranda che risulta di una comodità estrema per cucinare al riparo dall’umidità notturna e dalla rugiada mattutina. La mattina, dopo aver fatto colazione, la struttura costituita dal il tarp, sospeso tra gli alberi o tra i due pali di alluminio, e dal telone in PVC, posizionato come pavimento, mi consentono, stando sempre al coperto di riporre comodamente tutto il materiale nelle borse da moto, smontare con cura la tenda (stando attento a non far fuoriuscire i paletti delle verandine dalle loro sedi), vestirmi con l’abbigliamento da moto, quindi ripiegare il telone in PVC, posizionato come pavimento, e per ultimo smonto il tarp. Ti sembrerà forse un eccesso di materiale ma ti posso assicurare che ti da una comodità impagabile, specialmente se il viaggio dura più giorni e poi sta tutto nel borsone Backcountry da 40 litri della Mosko Moto, insieme alla tenda, al fornello, alla roba da cucinare, al tavolo, alla sedia e a tutto quello che si può rompere se ti ci sdrai sopra con la moto. Nelle borse laterali Backcountry Offset Pannier Kit della Mosko Moto metto i vestiti il materassino il sacco a pelo e altri oggetti che non temono lo schiacciamento.

    1. Riccardo Aires ha detto:

      Ciao Francesco, grazie per il commento e per le dritte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *