Blog

L´abbraccio di una Donna

stretti-in-un-abbraccio-

Ciao Gionata,

volevo mandarti un abbraccio forte e un incoraggiamento dato che ho letto che da poco hai ripreso a viaggiare, dopo l’esperienza in familia feliz. Non perdo occasione per parlare di te e citarti come esempio, ma fondamentalmente di pensare a quando anche per me arriverà il momento di partire.

Non penso abbia molto senso continuare ad alimentare un sistema di vita che mi repelle e che detesto, anche se per ancora qualche anno mi toccherà farlo, almeno finchè il mio pargolo non finirà di studiare. Ma si tratta ormai di pochi anni, posso farcela…

So che hai passato momenti brutti, incidenti, furti, rotture di moto e di palle. Non è un grande momento nemmeno per me nel senso che faccio fatica a sopravvivere perché per mia sfiga incappo costantemente in gente disonesta e merdosa in ambito lavorativo. Ma sto bene, mio figlio sta bene, amo il mio uomo e sono riamata, conosco gente bella e sono piena di iniziative e creatività, quindi cerco di non prenderla troppo male. E dato che penso queste siano le cose importanti ho deciso di concludere quest’anno inviandoti un contributo.

Non so chi mi ha raccontato questa storiella e non so nemmeno quando, forse me la sono inventata e forse che ne so, però ho pensato che ogni tanto è bello fare qualcosa per qualcuno, anche se è poco, anche se non sai nemmeno di che camperai domani, anche se il futuro è sempre più bleargh.

Sono convinta che se quando tocchi il fondo sei capace di ricordarti degli altri, sei ancora una persona degna di questo nome.

In buona sostanza, ecco, è un piccolo gesto di buon augurio. Per te, ma anche per me.

Perché te lo meriti e me lo merito. Non posso esserti di nessun sostegno in altro modo, anche se forse questo è quello meno personale. E’ quello che posso e tanto basta.

Ti penso spesso e vorrei davvero abbracciarti, sedermi da qualche parte con te a raccontarci sogni, stelle e vita.

Perché sei nei miei pensieri e perché sono certa che sarebbe un momento speciale. Di quelli che conservi nel cuore. E se non sarà, poco male, posso sempre immaginarmelo.

Quindi niente, fammi sapere se ti sono arrivati i miei 15 euro via paypal, fanne l’uso che vuoi (familia feliz o un pieno o un pranzo o che ne so) e prenditi il mio più caloroso abbraccio.

Un bacione e buona strada,

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *