Abbigliamento Tecnico, Recensioni

Guanti riscaldati Klan Excess Pro 3.0

Introduzione al prodotto

Visto il mio utilizzo della moto durante tutto l’anno, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche, ho sentito la necessità di dare un taglio ai guanti invernali che promettevano il miracolo di mantenere le mani al caldo; l’unica conferma che avevo ottenuto  riguardava la resistenza all’acqua con il materiale Goretex, ma per il freddo…

Dopo 5 anni di Dainese Ergotour Gtx con zero acqua al loro interno ma tanto, troppo, freddo, soprattutto nell’ultimo periodo di utilizzo, ho deciso di puntare al mercato dei capi riscaldati, complici soprattutto i consigli di chi li stava già utilizzando.

Tramite i negozi di Motoabbigliamento ho toccato con mano il prodotto in recensione orientandomi direttamente sul top di gamma, l’Excess 3.0, pagato 170 Euro con l’alimentazione a filo e non a batteria.

Esperienza d'acquisto del prodotto

Tramite i negozi di Motoabbigliamento ho toccato con mano il prodotto in recensione orientandomi direttamente sul top di gamma, l’Excess 3.0, pagato 170 Euro con l’alimentazione a filo e non a batteria.

Immagini del prodotto

Dettagli sul montaggio o trasporto del prodotto

xxxxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli sul comportamento del prodotto durante l'utilizzo

Qui si apre una parentesi che potrebbe sfociare in una guerra civile… abbigliamento riscaldato si oppure no, con filo o batteria?

Nonostante sulla mia moto ci siano paramani e manopole riscaldate e nonostante sia abituato a lavorare all’aperto e non tema il freddo, perchè spendere diverse centinaia di euro quando con poco meno di 200 posso stare al caldo? Unico problema erano i fili, perchè di usare le batterie non se ne parlava assolutamente, nonostante l’ indiscussa comodità.

Ma qui sorgeva il: “Ma”. Le batterie in dotazione oscillano dai 100 ai 130 Euro (a seconda del Voltaggio, 7 o 12V), da aggiungere poi i guanti in questione, senza contare che se dormo in tenda non so se un buon battery bank le avrebbe caricate a dovere.

Ho quindi optato per l’opzione più scomoda ma decisamente più economica.

Purtroppo quando li ho comprati era Febbraio 2020 e non ho ancora avuto modo di provarli accesi, quindi seguirà una recensione a breve dettagliata.

Confronto con altri prodotti simili

Prima di acquistare a colpo sicuro i Klan ho provato presso Eicma 2019 i guanti riscaldati della Tucano Urbano; nonostante fossimo dentro lo stand in un padiglione, ho subito percepito (e chi con me) freddo all’estremità delle dita. Non ho avuto modo di testare se i filamenti interni arrivassero fino alle punte ma ciò mi è bastato per farmi un’idea (magari sbagliata) del prodotto. La stessa prova è stata fatta con Klan e anche viaggiando sulla moto con 10° esterni non ho avuto necessità di collegarli alla batteria (ammetto che viaggio con i guanti estivi senza problemi con temperature che sfiorano i 7°).

Sul mercato parallelo, quindi non riscaldabili, tutti i produttori hanno a catalogo ottimi guanti che adottano soluzioni differenti, ma venendo da una delusione con Dainese e le cifre in ballo, ho ritenuto il marchio Klan più idoneo alle mie esigenze.

PRO e CONTRO di questo prodotto rispetto agli altri

  • Guanti veramente caldi, anche troppo
  • Cavo specifico per connettore BMW
  • Tengono la mano calda anche da spenti
  • Alimentati a batteria possono essere usati anche per altri sport
  • Vasta gamma di prodotti (calzini, giacche ecc)
  • Protezioni su nocche e palmo
  • Tasti di accensione molto comodi e visibili
  • Tessuto riflettente per alta visibilità notturna
  • Scomodi per cavi o batterie
  • Prezzo se abbinati alle batterie
  • Pinna di gomma assente sul dito indice per visiera ma tessuto

Consigliamo questo prodotto ad altri motoviaggiatori?

Se come me usate la moto per lunghi tragitti in inverno consiglio l’alimentazione a cavo con un filo che esca da sotto la sella; se invece usate la moto in città esistono modelli meno invasivi (sempre Klan) ma allora il consiglio ricade sulle batterie.

Ho comunque attaccato il cavo alla batteria della moto (per i possessori di BMW esiste un cavo dedicato), dal quale ne esce uno sdoppiato per le maniche e devo ammettere che non interferisce assolutamente con la guida; tutto sta nel ricordarsi di staccarlo prima di scendere dalla moto.

In conclusione, se volete fare i fighi ai raduni non sono prodotti che fanno al caso Vostro, ma se non volete rinunciare ad utilizzare la moto quando è veramente freddo, allora cascate sul sicuro ed il freddo alle mani sarà solo un vecchio ricordo).

Occhio che se abbinerete più prodotti ci sarà da pensare bene ai collegamenti, pena una vagonata di fili ad infastidire la guida; Klan ha comunque pensato già a diverse soluzioni ;).

Link per acquistare il prodotto

Galleria fotografia del prodotto

author-avatar

Relativo a Valentino Il Vale

Ciao, sono Valentino "Il Vale", classe 1985.. più che di una passione parlerei di una malattia (nel senso buono eh).. se non vado in moto sto male,divento nervoso, mi sento soffocare; è lei che mi chiama, è l’amore per la strada e poco importa quale sarà la prossima meta. Lo percepisco già nel momento in cui mi preparo per scendere in garage, o prima della partenza. Poco importa se in solitaria o in compagnia della fidanzata/amici, in tenda o in una camera prenotata all'ultimo, strada oppure off, con le valigie laterali o una sacca stagna… non fa alcuna differenza, basta salire in sella e andare, indipendentemente dalla stagione. Sogno di "PartirePer"… alla mia maniera, senza sponsor, tecnologie, obblighi o doveri, nel modo più semplice possibile.. io e la moto, per passione. Spero di poterti essere d'aiuto con pareri, impressioni, foto e aspettative deluse o confermate. Hai fatto il pieno? Si parte… verso l’infinito e oltre.

Torna all'elenco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.