Abbigliamento Tecnico, Recensioni

Casco LS2 Pioneer MX436

Introduzione al prodotto

Come spiegato nel Manuale del Motoviaggiatore, la scelta del casco è molto soggettiva e prima di un eventuale acquisto dovresti considerare alcuni criteri importanti del modello valutato, fra cui:

  • Comfort
  • Impermeabilità
  • Protezione dal freddo
  • Protezione dalle turbolenze
  • Ventilazione
  • Peso
  • Durabilità

Esperienza d'acquisto del prodotto

Casco fornito da LS2 Italia per il viaggio alla scoperta dei Guadi d’Islanda, del 2017.

Il costo di listino era di € 140, ma si trova in promozione anche a € 70.

Immagini del prodotto

Dettagli sul comportamento del prodotto durante l'utilizzo

Il Pioneer MX436 è un casco leggero, compatto ed esteticamente molto bello, ma per un uso 4 stagioni presenta dei limiti che è bene tenere a mente prima dell’acquisto. Il casco ha un peso veramente ridotto e questo va a beneficio del collo per le lunghe percorrenze anche se a grandi velocità gli enduro-turistici soffrono dell’effetto vela del parasole. Avere una moto con un parabrezza molto alto o un deflettore può fare la differenza, ma non era il mio caso. È quindi adatto per viaggi lunghi o per navigare in off in quanto il peso limitato riduce il lavoro sui muscoli del collo.

Il design del casco è uno dei miei preferiti, le linee spigolose sulla mentoniera sono uno sballo e sono molto accattivanti e fotogeniche. L’area creata da questa scelta di design offre lo spazio a delle prese d’aria aggiuntive che non si possono chiudere (non ideali per i climi freddi, anche se ho usato il casco a 6°C in Islanda, ma mi sono fatto il callo ormai), offrendo ventilazione costante nei mesi estivi (ne ho beneficiato uscendo dall’Italia ad agosto con 40°C. La compattezza del casco la si percepisce tenendolo in mano, in quanto sembra più minuto dei suoi concorrenti.

La parte estetica è vincente, sia per il design della calotta che per le colorazioni disponibili, ma alcuni lamentano i materiali con cui è costruito (materiali che però hanno superato gli standard richiesti dalla normativa).

Pur essendo molto leggero, il casco monta imbottiture comode e ben cucite, lenti da sole a scomparsa (che però hanno manifestato un problema al leveraggio interno dopo pochi km di sterrato, obbligandomi ad azionarle manualmente) e parasole fissato su 3 punti (anziché solo 2) con viti filettati di plastica. Il parasole è regolabile di qualche mm e in caso di sollecitazioni le viti permettono di stringere nuovamente il parasole.

Non mi ha convinto invece la rumorosità dei meccanismi interni del casco che fin da subito, anche a basse velocità, creano cigolii che per un orecchio sensibile come il mio possono risultare fastidiosi. Le turbolenze interessano anche il parasole che, oltre i 70 km/h produce un riverbero abbastanza forte che si riduce tenendo la punta del parasole con la mano.  L’impermeabilità delle guarnizioni è discreta.

I difetti, anche se parliamo di un casco da 110 euro, non son eclatanti e riguardano la rumorosità dei componenti se esposti al vento e la circolazione del vento dai vari dotti di ventilazione.

Il Pioneer MX436 viene proposto da Ls2 come casco da off road, ma ho riscontrato come i componenti più delicati abbiano sofferto specialmente della guida prolungata esposta a polveri prodotte dal manto stradale sterrato.

Confronto con altri prodotti simili

Ho provato diversi caschi, sia Givi (X.08, X.09 e X.01 Tourer), che Scorpion (Exo 3000), che MDS (MD200) che X-Lite (X-551 GT), che AGV (Gp Pro, Stealth, Compact ST e AX-8 Dual Evo) e questo LS2 Pioneer MX436 ha un ottimo rapporto qualità prezzo. Non ho avuto problemi a usarlo con climi invernali (non soffro il freddo) e le cose che apprezzo di un casco le ho trovate tutte (leggero, ventilato, con lenti solari e graficamente accattivante). Mi sembra un ottimo compromesso per il motoviaggiatore in cerca di un casco versatile a basso costo.

PRO e CONTRO di questo prodotto rispetto agli altri

  • Ventilazione
  • Leggerezza
  • Molto economico
  • Buon rapporto qualità/prezzo
  • Scarso comfort
  • Scarsa impermeabilità
  • Scarso resa in presenza di vento, molto rumoroso (cigola)
  • Scarsa protezione dalle turbolenze
  • Durabilità sufficiente

Consigliamo questo prodotto ad altri motoviaggiatori?

Un casco che ha un rapporto qualità/prezzo molto interessante, ma non adatto a lunghi viaggi, né a viaggi che si svolgono in lunghi periodi di tempo.

La sua convenienza sta nel fatto che, per il basso costo, si porta a casa un casco esteticamente carino, leggero, ma che presenta dei difetti troppo importanti per un uso impegnativo in un viaggio importante.

Link per acquistare il prodotto

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *