Gionata in viaggio, TAPPA 5: Cile - Argentina

Darien Gap 1

Ciao Gio, ho notizie: 

secondo intervista fatta da giornalisti 
indipendenti colombiani al capo dei guerriglieri che controlla la 
zona la zona non sarebbe troppo pericolosa. Non è nella loro politica 
il sequestro, non vogliono riflettori puntati. L’ultimo avvenuto nel 
2006, due spagnoli, rilasciati illesi in 40-70 giorni, non ricordo 
bene. Poi due casi di intrusione di guerriglieri in territorio 
panamense. Però almeno che tu non sia americano o che tu faccia 
cazzate dovresti riuscire a passare. Le zona della costa sono più 
sicure, la giungla effettivamente è più cazzuta. Sgarrupato come sei 
un ti caa nessuno!!! :-)  Apparte gli scherzi ti faccio sapere meglio 
che XXX sentiva i parenti la se hanno informazioni di due tipi 
che hanno passato il confine a piedi.

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

  1. kiwinzl ha detto:

    Gionz secondo me non rischiare con il Darien Gap non ne vale la pena !!! ma ovviamente, come sempre, sentitii libero di fare cio’ che senti dentro…. con stima andrea

    1. Gionata Nencini ha detto:

      tranquillo!
      sono il più fortunato del mondo!
      in moto!
      ;-P

  2. Riccardo.P ha detto:

    Giò leggi un po questo:

    “Da Panama partono voli per tutti i paesi del Centroamerica, oltre che per il Nord e il Sudamerica; Miami è il principale scalo per i voli per Panama. La compagnia aerea nazionale è la COPA. Sui voli internazionali si paga una tassa d’imbarco di US$20.

    Il confine con il Costa Rica è oltrepassabile in tre punti: Paso Canoas, sulla Interamerican Highway, è il più frequentato, seguito da Guabito-Sixaola vicino alla costa caraibica. Gli autobus per il confine sono in coincidenza con i servizi di trasporto del Costa Rica. Malgrado il numero enorme di navi che attraversano il Canale di Panama, è molto difficile ottenere un passaggio via mare.

    L’escursione di due settimane attraverso la giungla che comprende il Darien Gap – il territorio privo di strade che separa Yaviza dal confine colombiano – è una scelta poco saggia (v. Avvertenza), ma se volete assolutamente passare a piedi il confine tra Panama e Colombia, fatelo a Puerto Obaldía, una cittadina sonnacchiosa situata a un paio di chilometri da alcune belle spiagge. “

    1. Gionata Nencini ha detto:

      L’escursione di due settimane attraverso la giungla che comprende il Darien Gap – il territorio privo di strade che separa Yaviza dal confine colombiano – è una scelta poco saggia (v. Avvertenza), ma se volete assolutamente passare a piedi il confine tra Panama e Colombia, fatelo a Puerto Obaldía, una cittadina sonnacchiosa situata a un paio di chilometri da alcune belle spiagge. ”

      sei un grande!
      ti posto subito!

  3. Riccardo.P ha detto:

    Ho trovato anche questo spero ti possa esseere utile:

    http://www.motivation-tools.com/adventures/darien_gap.htm

    1. Gionata Nencini ha detto:

      questo lo conoscevo…
      grazie

  4. Riccardo.P ha detto:

    Grazie!

    Per così poco… 😉

  5. Riccardo.P ha detto:

    Occhio anche a questo oltre che hai guerriglieri a parte che hai attraversato tutta l’Asia e nn hai avuto problemi ma delle volte è meglio nn sfidare la sorte ed essere previdenti….

    “vaccinazioni consigliate: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre gialla, febbre tifoide, rabbia.
    L’acqua del rubinetto è potabile e non presenta rischi per la salute sia nella capitale sia nella maggior parte del resto del paese. Comunque, nelle provincie di Bocas del Toro e Kuna Yala consigliamo di bere acqua in bottiglia o di purificare l’acqua del rubinetto facendola bollire per almeno 15 minuti.
    Il rischio di malaria è presente nelle aree rurali, nelle provincie di Bocas del Toro, Darién e Kuna Yala e nelle aree a est della Canal Zone. Per conoscere quali farmaci assumere per la profilassi, i relativi dosaggi, i tempi, le modalità di assunzione e le controindicazioni, e comunque quale regime sia preferibile nel vostro caso, rivolgetevi almeno 15 giorni prima della partenza al Servizio di Medicina dei Viaggi della vostra ASL.
    Altri rischi: insolazione, dengue, febbre gialla.
    Consigliamo di stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese”

    1. Gionata Nencini ha detto:

      per quanto riguarda la prassi anti malarica, mi comprerò le precauzioni nel momento opportuno!
      le altre cose sono un po’ per i turisti….
      fidati!

    2. Riccardo.P ha detto:

      Nono per quello mi fido…sono stato in Messico anni fa e nn ho fatto nessuna profilassi nonostante le guide lo consigliassero…

      Cmq la Loly planet ha dato un bel pò di informazioni interessanti… 😉

  6. Riccardo.P ha detto:

    A quanto ho capito ci dovrebbe essere una sorta di ponte abbastanza pericolante che ti permette di passare il confine qui dice a piedi<tra Colombia e Panama….

    1. Gionata Nencini ha detto:

      COSAA??????????????????????????????????

      1. Riccardo.P ha detto:

        Si praticamente ho girato diversi forum e diari di viaggio e ho letto la stessa cosa….e se nn ho capito male dovrebbe essere vicino a Puerto Obaldia domani cercomeglio ora devo andare via…

        Ciao! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.