Gionata in viaggio, TAPPA 5, 2010: Restauro Moto

[PM] Meccanici sud america VS italiani

A volte pensi che il costo della mano d’opera sia il fattore più importante.

Quindi dici:

meglio farsela rifare in Chile, o Argentina la moto. La mano d’opera costa la metà.

Però quando è la tua moto che metti in mano a qualcuno, sperando di farle del bene, devi essere certo che la persona sappia cosa sta facendo.

Per tutta una serie di esperienze che ho vissuto in prima persona ed indirettamente, ho ritenuto ALTAMENTE RISCHIOSO affidare la mia moto a dei meccanici locali.

I motivi?

  • la moto qui, è altamente sconosciuta
  • l’affidabilità qui si un meccanico, è altamente discutibile

Quindi meglio spedirla in Italia, dove, la fama della Transalp e l’esperienza che i meccanici italiani hanno in merito, farà la differenza per il moto restauro.

 

 

PROGETTO MOTATO:

Motato prende il nome della moto officina di Max.

Non gli ho mai chiesto il significato del nome, ma se togli le lettere TA (diminutivo di Transalp) rimane la parola MOTO. Mi piaceva un nome che esprimesse l’idea di tutto quello che ha scaturito questo progetto.

La moto, la mia Transalp, Max e la sua professionalità.

Lungo i passati 5 anni di viaggio ho messo la moto in mano a più di una decina di meccanici: meccanici Tailandesi, meccanici Malesani, meccanici Australiani, Neo Zelandesi, Argentini, Cileni e Brasiliani.

Non è un caso se adesso a metterci le mani, sono solo io.

VALERIO (in viaggio in Sud America):

Il meccanico argentino che mi ripara la moto si accorge che anche il cilindro è sminchiato, e smontandolo scopre che il meccanico precedente ha fatto una guarnizione a mano, ma si è dimenticato di fare un foro per il passaggio dell’’olio.

MIRIAM (in viaggio in Sud America):

Bmw Costa Rica ha smontato un pezzo che è ben noto nei manuali che non si può smontare. Hanno svitato usando la chiave apposita in dotazione BMW ma hanno forzato usando un tubo x far maggior forza, di una lunghezza di 1, 5 metri (non sto esagerando).

Il risultato: girando la ghiera incollata al cilindro, hanno rovinato il filetto del dado ed il filetto del cilindro.

Continua qui:

PROGETTO MOTATO

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

  1. leonardo ha detto:

    io penso che tu sia una persona meravigliosa.

  2. loziorso ha detto:

    se vuoi delle idee per gli accessori non so se li conosci gia ma quelli della touratech ne hanno un monte per i viaggi avventura anche con la transalp (sosp protez valige ecc) anche se non compri pero puoi farci un giro per farti venire delle idee io c’ho comprato e mi sono trovato bene magari ti possono anche sponsorizzare
    http://www.touratech.com
    cio cio ragasso ^_^

    1. Gionata ha detto:

      Purtroppo le valige sono firmate Givi e non me la sento di compromettere un buon rapporto con la casa italiana. magari mando a Touratech un avviso e vediamo cosa dicono.
      abbraccio
      gionata

      1. loziorso ha detto:

        loro le valige le commercializzano ma non le fanno come valigie le givi sono le migliori son daccordo con te quelle d’alluminio non valgono una seg…ma hanno molte altre cose come paracoppa tubi paramotore fanali sospensioni molle piu rigide per fare offroad ecc ecc e un mucchio di attrezzatura da campeggio come fornelli tente materassini ecc ecc eppoi un mucchio di cose sfiziose per uso all’aperto molto utili come porta batterie kit elettrici ora sembra che gli voglio fare pubblicita e non vorrei dare una cattiva impressione ma hanno moltissima roba utile per stare all’aperto in moto molte cose si possono autocostruire copiandole da loro facci un giro e scava vedrai che qualche idea puo saltar fuori ^_^

        1. Gionata ha detto:

          ora cerco i loro contatti nel sito…
          ciao e grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *