Gionata in viaggio, TAPPA 5: Cile - Argentina

18 Febbraio 2009

Smette di piovere.

Poi reinizia.

Poi smette di nuovo.

Ieri, quando sono tornato dall’Internet Point, dopo un’intera giornata fuori casa, ho trovato una delle mie borse moto sabotate, la mia borsa serbatoio aperta con le cose sottosopra ed i miei vestiti in camera di Mirella.

Le ho chiesto cosa é successo e lei con una sospetta indifferenza, mi ha detto di non sapere.

Come mai uno dei miei calzini é in camera tua?

Quale – fa lei

Questo (e le mostro la calza moto Ufo Plast rossa che é adagiata sul letto

Ah, quella no, é mia!

Tua? Dai non fare la scema. Questa é una delle uniche 4 calze che porto con me

No no, é mia!

Allora le mostro le altre due nella mia borsa, identiche e le chiedo dove sia il quarto.

Non so davvero – fa lei

(mi comincio a innervosire) Non si fa così Mirella, é maleducazione mettere le mani nelle cose degli altri. Non mi piace. Domani me ne vado!

Così chiedo il permesso di entrare in camera sua e trovo l’altra calza Ufo Plast dietro al letto.

E poi hai aperto anche la borsa con le videocamere e quella di plastica chiusa a chiave, forzandola!

 

 

 

Così me ne vado di casa a comprare cioccolata per smorzare il nervosismo e torno più di buon umore. Offro dei dolci a Mirella e la sua amica, che appena ho cominciato ad innervosirmi se n’era andata.

Vengo invitato a giocare a carte da Rosa, una signora amica di Mirella.

E’ già notte e bevo mate con le persone che vivono con lei, mangio il pane fatto in casa e chiedo in giro se qualcuno ha visto una tenda blu galleggiare nel fiume

E perché mai una tenda nel fiume?

Spiego del mio infausto gesto e loro ridono. Adesso rido anche io, ma sto già pensando a come pagare il debito con me stesso per essere stato così irresponsabile.

Stai tranquillo, a Santiago di tende a pochi pesos, ne trovi quante ne vuoi.

NO No, non ne compro una nuova. Voglio dormire per terra, sotto ad un Nylon.

Ma fa freddo!

Eh, se non avevo perduto la tenda, faceva meno freddo!

Così ringrazio tutti i presenti dopo un altro mate, tanti baci di Rosa sulle guance, del pane e marmellata in regalo, del caffè e zucchero.

Domani si parte.

La moto é già pronta e carica per il viaggio.

Olio a livello e le mie cose sono quasi tutte asciutte.

Speriamo non piova!!!

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

  1. Mino ha detto:

    Ma che ci faceva Mirella con le tue calze? E’ una feticista???

    1. Gionata Nencini ha detto:

      Ma so una sega…..

      L’avrei presa a sprangate in faccia….

  2. Ture ha detto:

    Mirella è la benzinaia?

    1. Gionata Nencini ha detto:

      una delle tante, si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.