Blog

Estratto del libro: Mappe o Gps?

gionata-nencini-partireper-honda-transalp-australia-smarrito-segnale-stradale-mappe-gps

gionata-nencini-partireper-honda-transalp-australia-smarrito-segnale-stradale-mappe-gps

[gap height=”5″]

Estratto dal mio primo libro, in uscita a Giugno:

“Lo confesso, faccio ancora parte di quei motoviaggiatori che amano il gusto dell’esplorazione, che preferiscono girovagare secondo l’estro e rischiare di perdersi. Ecco perché alla navigazione tramite gps ho sempre preferito le mappe. Percepire la carta al tatto, misurarne le strade a spanne, potervi scrivere sopra e utilizzarla per chiedere informazioni alla gente del posto, che a loro volta potrebbe scarabocchiarla per indicare un luogo d’interesse, una deviazione, una strada consigliata. Con le mappe non si corre il rischio di rimanere senza batterie, e le si possono conservare a distanza di anni: ogni volta che le si risfoglieranno, racconteranno la storia di ciò che si è vissuto.
Le mappe dicono molto, ma non tutto, e lasciano un certo grado di approssimazione che rende l’avventura ancora più una scoperta: ti dicono dove sei e dove potresti arrivare, e ciò che la scala grafica non permette di sapere è quell’incentivo in più per chiedere informazioni agli autoctoni, conoscere nuovi amici e posti che, forse, il navigatore satellitare non avrebbe saputo indicarti.”

E tu hai mai provato a “perderti” guidato dalla tua mappa sgualcita?

– foto: smarrito nei territori del Queensland, Australia nel 2007 –

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *