Foto e Video, Recensioni

DJI Pocket 2 Standard

Introduzione al prodotto

Eccoci qui su Partireper.it con la recensione della DJI Pocket 2!

La DJI Pocket 2 è una fotocamera portatile di dimensioni ridotta dotata di un Gimbal motorizzato a tre assi. E’ la seconda, e migliorata, versione di questa piccola videocamera stabilizzata di DJI. Le sue ridotte dimensioni la rendono portatile e si può comodamente riporre in una tasca della giacca. Attenzione però, se cercate un Action Camera, la DJI Pocket 2 non fa al caso vostro. E’ una fotocamera da usare quando si scende dalla moto per filmare in modo stabilizzato, ad esempio, le città che visitate, le cene con gli amici oppure fare un time lapse del montaggio della vostra tenda in un bivacco avventura o per vloggare, o, al limite, la può usare il passeggero per filmare il vostro viaggio.

A differenza della prima versione (ancora in vendita) il campo visivo è stato allargato grazie al sensore che è passato da 1 a 1,7 pollici. Questa miglioria aumenta la visione dell’immagine e anche con poca luminosità o di notte rendendo la fotocamera più versatile nel registrare video o scattare foto.

Le dimensioni, è un vero capolavoro di ingegneria, sono: altezza circa 12 cm., larghezza 3,8 per 3 cm., che rendono la fotocamera estremamente portatile e si può usare con una sola mano.

Esperienza d'acquisto del prodotto

DJI la commercializza sul proprio sito o anche su amazon e viene proposta in due versioni: la prima che include la fotocamera, l’astuccio, un cordino da polso, un piccolo joystick di controllo, due adattatori per collegare un cellulare (apple o android) ed il cavo usb-c per la ricarica, il tutto in vendita a 379,00 €. La seconda versione, denominata Creator Combo, oltre alla dotazione standard, contiene il microfono wireless con relativo “gatto” per il vento, il trasmettitore wireless, l’adattatore per un treppiede con vite, un piccolo treppiede in metallo, la lente grandangolare, un cavo usb-c con doppia presa usb-c, il tutto per la modica cifra di 519,00 €.

Ho acquistato la DJI Pocket 2 nella versione Creator Combo sul sito DJI, su Amazon non era venduta questa versione, e mi è arrivata in pochi giorni.

Immagini del prodotto

Dettagli sul comportamento del prodotto durante l'utilizzo

La fotocamera si accende attraverso il tasto di accensione dedicato sul fianco destro della videocamera, questa tasto è una delle novità nella Pocket 2 in quanto nella versione presente non era presente il tasto di accensione dedicato. Una volta accesa il gimbal farà una calibrazione automatica e si accenderà il piccolo video touch screen, dove si può visionare quello che si inquadra e cambiare le innumerevoli funzioni, e visionare i filmati e le foto.

Nella confezione ci sono alcuni accessori che servono per utilizzare al meglio la DJi Pocket 2.

Il primo accessorio è un piccolo Joystick, che si inserisce appena sopra, nell’apposito connettore, al pulsante di registrazione (pulsante rosso) e vi permette di spostare l’inquadratura del gimbal su tutti gli assi. Premendo il tasto alla sua destra si cambia le varie tipologia di Follow del gimbal. La prima è la Tilt Locket, ovvero inquadrate un soggetto e la videocamera fisserà l’inquadratura ed il gimbal seguirà il soggetto su tutti gli assi mantenendo l’inquadratura desiderata. In modalità FPV la videocamera seguirà l’inquadratura sull’asse orizzontale, mentre in modalità Follow sull’asse verticale. Premendo il tasto velocemente due volte si passa allo zoom digitale fino ad un ingrandimento 2X, che si aziona con il Joystick. Se premete per un secondo il tasto bloccate la videocamera nell impostazione desiderata, per sbloccare si preme contemporaneamente il tasto e il Joystick.

Il secondo accessorio è un connettore (sia Lightning che Usb-C), che si inserisce dell’asola presente sulla camera, per collegare la videocamera ad un telefono (sia Apple che Android). Attraverso l’applicazione DJI Mimo si “governa” tutte le funzioni della videocamera oltre che montare e scaricare i video/foto e modificare e creare video, un’app veramente ben fatta e semplice da usare.

Il terzo accessorio, presente nella configurazione Creator Combo, è una impugnatura multiuso, che allunga la Pocket 2 di circa 5 cm, e fornisce il modulo wifi e Bluetooth, un microfono wireless, un altoparlante ed il supporto per il treppiede. Il microfono wireless consente, attraverso l’apposito modulo, dotata anche di paravento (in stile gatto), di registrare l’audio anche a distanza. Questa funzione è molto utile se dovete vloggare o intervistare qualcuno senza l’ausilio di cavi tipo Lavalier, che attraverso la classica presa mic, sono presenti sia l’impugnatura sia sul microfono wireless.

Sempre in confezione Creator Combo trovate un piccolo treppiede in alluminio e una piccola basetta dotata di apposita vite per il treppiede, se non volete montare il modulo wireless.

Ultimo accessorio presente in confezione Creator Combo è la lente grandangolare che si installa facilmente, essendo magnetica, sopra la lente del gimbal, in modo da ampliare l’inquadratura.

 

Tutti questi accessori si possono inserire nell’apposito astuccio presente sia nella versione standard che nella versione Creator Combo. Ci sono apposti spazi per i due connettori, per la lente grandangolare (che si aggancia magneticamente all’astuccio), per il treppiede e per il microfono wireless. (vedete foto nella galleria)

La dji Pocket 2 offre varie possibilità di video/foto e time lapse.

Il reparto video propone una risoluzione massima della registrazione a 4k (3840×2160) e può variare da 24 fino a 60 fps. Si può scendere, ed aumentare il tempo di registrazione, a 2,7 K o Full HD (1920×1080). Prevede anche la possibilità di filmare in HDR, ma solo a 2,7 K o Full HD. La fotocamera prevede la funzione di Tracking di un viso o di un oggetto. Fissando, ad esempio, una persona che passeggia davanti a voi l’obiettivo della Pocket 2 seguirà la persona o l’oggetto senza che voi vi spostate per seguirla. Il tracking funziona benissimo se sull’asse orizzontale, molto veloce nel seguire l’oggetto, mentre nell’asse verticale non così veloce nel seguire come sull’asse orizzontale. Attenzione, se filmate in 4K a 60 fps il tracking non funziona, dovete abbassare a 50 fps o meno, mentre in Video HRD funzione in qualsiasi risoluzione. Il gimbal, usato senza tracking, tiene l’orizzonte molto bene ed i video risultano stabilizzati, anche se, ad esempio, camminando e facendo alcuni scalini, c’è un leggero movimento su e giù dell’inquadratura, sempre nell’asse verticale (a mio avviso il difetto, anche se piccolo della Pocket 2). Premendo il tasto destro tre volte rapidamente, presente sulla macchina alla destra del pulsante di registrazione, si passa dalla visione selfie a quella frontale. Con il piccolo Joystick, presente in confezione, si può spostare su tutti gli assi per inquadrare la scena prescelta oppure, tenendo premuto il pulsante a destra del joystick, passare allo zoom digitale fino a 2x. Se l’inquadratura fosse troppo stretta potrete installare facilmente la lente grandangolare, anche se trovo che la lente grandangolare non sia così ampia come mi sarei aspettato. Altro difetto è che dopo una ventina di minuti d’uso in mano, la fotocamera si scalda.

Le fotografie vengono scattate in risoluzione da 16 a 64 mega pixel. Dunque nulla di particolare, alcuni cellulari fanno decisamente meglio, ma c’è la possibilità di fare delle foto panoramiche in due tipologie di foto, denominate 180° e 3×3. In quest’ultima tipologia di scatto il gimbal scatterà 9 fotografie su tutti gli assi, ovvero tre foto in alto, tre in centro e tre in basso, muovendosi per ognuna delle foto sull’asse orizzontale. Scattate le foto, la videocamera monterà automaticamente per un’unica foto grandangolare piana, senza l’effetto barilotto. Altra funzione è la foto a 180°, in cui il gimbal si muoverà sull’asse orizzontale scattando tre foto da destra a sinistra e poi unendole per una foto tipo 16:9. Il mio consiglio è di fare questa foto con il piccolo cavalletto e l’autoscatto, per ottenere foto senza difetti tra l’unione delle stesse, ma rimanendo fermi qualche secondo si ottiene lo stesso un ottimo risultato.

Ultimo capitolo è il Time lapse. In questa funzione la Pocket 2 potrà scattare foto o fare video temporizzati per, ad esempio, fare un filmato di un tramonto, del montaggio della tenda nel bosco. Si può decidere dove iniziare l’inquadratura e spostarla verso destra per inquadrare un’altra parte della scena. Un bel effetto in cui si possono ottenere video di piccola durata, ma di grande effetto, senza rimanere ore a fare filmati.

Confronto con altri prodotti simili

Il confronto che posso fare è con la versione precedente della Pocket 2, l’Osmo Pocket. Le differenze sono nel sensore, ora più performante, la presenza del tasto accensione, e la possibilità di avere il microfono wireless. Un prodotto simile è prodotto da Xiaomi, denominata Fimi Palm 2 che costa decisamente meno (180 € circa), ma non avendola provata vi consiglio di cercare su Youtube le varie recensioni anche a confronto.

PRO e CONTRO di questo prodotto rispetto agli altri

  • Dimensioni
  • Microfono wireless
  • Stabilizzazione meccanica
  • Grandangolo
  • Riscaldamento del corpo macchina

Consigliamo questo prodotto ad altri motoviaggiatori?

Dipende cosa cercate da questa videocamera, se volete una videocamera piccola da stare un una tasca e che sia stabilizzata meccanicamente, senza tagli d’immagine da software, per filmare i vostri viaggi e registrare l’audio con ottima qualità, la DJI Pocket 2 è sicuramente un’ottima soluzione. Ma se cercate un Action Cam non fa al caso vostro.

Link per acquistare il prodotto

Galleria fotografia del prodotto

author-avatar

Relativo a Alberto Spada

Ciao, mi presento, sono Alberto e mi piace andare in moto. Mi sono innamorato della moto fin da piccolo, quando mio padre tornava dal lavoro con il Galletto e mi faceva fare un giro tra le sue gambe, e o imitavo con il triciplo al quale consumai le ruote, Ora che di moto tra le mie gambe ne sono passate parecchie, dalle stradali alle enduro, poi mi sono “sposato” con il GS 1200 ADV LC. Ho viaggiato in compagnia di amici in tutta Europa spingendomi in Turchia e nel fantastico Marocco. I miei viaggi non sono stati al bivacco avventura, ma la moto è sempre una sorpresa ed il futuro da motociclista avventuroso è dietro la prossima curva …

Torna all'elenco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.