Blog

I cablaggio impossibile

gionata nencini, partireper.it, honda transalp, cablaggi

Questa è la foto prima dell’inizio dei lavori.

gionata nencini, partireper.it, honda transalp, cablaggiVolevo farne una a lavori ultimati ma sfortunatamente avevo la batteria scarica, comunque ho messo un po’ d’ordine a quella massa informe di cavi e cablaggi e adesso – attenzione – posso addiritutta virare senza sentire il manubrio farsi rigido rigido.

Ho fatto pulizia nei cablaggi ma anche installato le frecce sulla carena anteriore e la mascherina di metallo per i fari.

Ho installato una gomma soffice di rivestimento attorno ai fari ed una in cima al pannello strumenti, fra il bordo superiore e la carena in modo che sia sigillato e non entrino le gocce d’acqua quando piove.

Ho ricollegato il tutto, installando nuovi porta fusibili con tappo in gomma sigillato, cambiato i fusibili e riatto tutti i cablaggi che vanno dalla scatola di derivazione al gionata nencini, partireper.it, honda transalp, cablaggicircuito elettrico secondario (quello che gestisce quadro strumenti, faretti secondari, luci principali ecc).

Ho poi forato il pannello strumenti e messo le ter spie che erano presenti anche prima. La spia del cavalletto, quella della prima riserva (9 litri) e quella della seconda riserva (4 litri).

Mi sono voluto sdare, divertendomi a giocare a fare “le cose fatte bene”. Non ero contento di come erano state installate le spie prima e così dopo averle saldare e chiude in guarnizioni termo restringenti  le ho fissate bene bene ed isolate dal resto della matassa affinché il peso della stessa non tirasse i cavi e finisse per rompere il tutto di nuovo.

Finito il lavoro ho richiuso tutto e funziona tutto.

L’unica cosa che adesso non fa è il tachimetro che non rivela le calamite. Vedrò di darci un occhio domani.

Per il resto mi posso ritenere soddisfatto e visto che domani sarà l’ultimo giorno, credo che manchi giusto giusto cambiare le candele, pulire il filtro aria K&N, cambiare il cuscinetto sterzo, montare le gomme nuove e vedere quella cosa del tachimetro.

E poi i ritocchi per la foto di presentazione!

author-avatar

Relativo a Gionata Nencini

Mi chiamo Gionata Nencini, toscano classe 1983 e viaggiare in moto è la mia più grande passione. Nel 2005, a 21 anni, parto per il giro del mondo con in tasca solo 2.200 euro e oggi ho uno storico di 500.000 km percorsi in solitaria attraverso 77 paesi. PARTIREper è il blog che racconta le mie esperienze e quelle della mia community.

Torna all'elenco

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.