Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
31 Dicembre 2008

31 Dicembre 2008

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

Innanzi tutto il computer riesco a sistemarlo.

Non so come. Non so nemmeno perché. Ma quando vado a letto sono tipo le 6 del mattino.

Però il computer funziona…

 

 

 

 

 

 

argentina0056 Mi sveglio tipo alle 5 del pomeriggio. Ho un pranzo freddo che mi aspetta sul tavolo della cucina.

L’idea era quella di passare il capodanno con Davide, adesso tornato dal Brasile. Quando mi chiama é già troppo tardi. Rosa mi ha chiesto di stare con la famiglia e lui ha già la serata programmata.

Purtroppo Antonio fa ritorno a casa malato, per cui niente grigliata.

Questo dettaglio mi sfugge inizialmente e non capisco perché per la cena di capodanno vengano comprati dei sandwich.

Avrei cucinato volentieri io, anche facendomi carico delle spese per il cibo.

Ma sono l’ospite e non mi é dato di preoccuparmi per certe cose.argentina0059

Lo scoccare della mezzanotte avviene a cena consumata. Antonio é a letto e noi siamo sul tetto della casa di Mari.

Per l’occasione ho trovato la sua chitarra, l’ho riparata ed ho cantato a squarcia gola per 2 ore di fila, con Pablo e la sorellina di Jess che mi ascoltano e cantano con me.

Cantare é una cosa che mi fa felice.

Non so spiegarlo altrimenti.

 

 

 

Dopo le 2 del mattino, orario raggiunto con l’aiuto del gelato e della chitarra, mi viene proposto di seguire i ragazzi più giovani per andare in centro a fare festa.

Io sarei anche a posto – dico. Mi metto a letto con un buon libro “Il cacciatore di acquiloni” e mi passo il capodanno più bello della mia vita.

argentina0064 No dai vieni, no dai vieni e alla fine, visto che é il mio giorno d’addio a Pablo, decido di seguire gli altri.

La temperatura da sopra i 35 di ieri, é scesa a 15.

I club sono tutti pieni e Jess non ha i documenti per cui non si entra.

Mentre sediamo al freddo su un tavolo fuori che aspettiamo l’idea della serata, noto e dirido gli altri per la serie infinita di sbadigli che si lasciano scappare.

Andiamo a casa?

Passiamo da un kiosko dove il ragazzo di Jess compra del vino e della cioccolata e in un batter d’occhio, siamo a casa.

Loro a bere il vino ed io in camera che leggo il mio libro.

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

Related posts

Leave a Reply

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti