Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
L’Abbraccio di Maurizio e risposta

L’Abbraccio di Maurizio e risposta

gionata nencini, partireper.it, honda transalp, cammino della morte

Ciao gionata,
Siamo 2 ragazzi che stanno girando in moto per argentina e cile. .

Ci siamo imbarcati in questa avventura pazzesca di spedizioni carnet documenti dogane timbri strade ripio polvere fango vento gente incontri emozioni paesaggi tramonti gomme bucate saldature cadute e tutto cio che conosci molto meglio di noi.

Una figata pazzesca.

Tra qualche giorno transitiamo per santiago, non so in che parte di mondo sei ora ma sapevo che hai vissuto li per un po. .

Se ci sei ancora e ti va di berci una birra a noi farebbe piacere!

Un saluto, maurizio

consiglio a tutti i lettori di vedersi sto almbum delle foto di maurizio

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10150554253495778.370588.674205777&type=3

 

" Pochi giorni dopo aver letto e pubblicato la mail di Maurizio, esattamente il giorno del mio 29simo compleanno, Maurizio mi risponde e lascia crescere in me un profondo senso di orgoglio e commozione. Pubblico qui la risposta che include anche il link della loro storia di viaggio pubblicara su un famoso portale di moto italiane.
image

 

Ciao Gionata!
Che piacere leggere il tuo messaggio, anche se e’ passato un po’ di tempo! Quando ti abbiamo scritto eravamo appena usciti dalla carrettera austral, e quindi ci eravamo messi alle spalle l’ultimo ripio del viaggio! Non che poi sia stata una passeggiata, infatti siamo arrivati a buenos aires davvero al pelo causa di un cerchio rotto a San felipe. E’ capitato che dai e dai con botte peso e quelle maledette ondine sugli sterrati i raggi mano mano hanno cominciato a rompersi fino a far collassare il cerchio intero. Ci hanno raccattato per strada accolto in casa e siamo andati a santiago a cercare i raggi ma li come ben saprai solo maledette moto cinesi quindi abbiamo trovato solo raggi cinesi che abbiamo poi dovuto adattare. . Beh ecco, non si sono adattati proprio bene si vede perche’ una volta ripartiti da San liberatores in poi hanno ricominciato a rompersi e siamo arrivati a buenos aires, con la nave che stava per partire, con un unico raggio che teneva in piedi il cerchio e la moto che ballava come un canguro. Che bello cazzo.
Se ti fa piacere leggerlo, ti allego qui un articolo sul viaggio che abbiamo scritto al rientro

http://www.moto.it/viaggi/viaggi-in-moto-patagonia.html

Che dire? Volevo solo farti sapere che durante la fase di preparazione del viaggio abbiamo scoperto e divorato il tuo sito. Abbiamo visto le tue foto, i tuoi filmati, trovato consigli utili ma soprattutto tanti sogni, ci hai fatto sognare dandoci quell’entusiasmo che ogni tanto rischiava di scemare davanti a tutte le difficolta’ incontrate. La tua Gionata e’ davvero una storia bellissima. Pensa che in mezzo al nulla della terra del fuego abbiamo incontrato un motociclista argentino che appena abbiamo detto che eravamo italiani ci ha raccontato di quel pazzo di gionata che sta girando il mondo in moto ed era entusiasta. . Abbiamo parlato di te ed ho pensato che cacchio davvero hai fatto una cosa enorme.
Spero davvero di incontrarti da qualche parte.
A presto,
Maurizio

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

Related posts

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti