Moto Tendata 2019
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV

Riding China!

Posted In: Asia
  • federicoc on: 6 Maggio 2015 alle 10:50 #11663

    Ciao Gionata!
    Innanzitutto vorrei dirti che ho apprezzato molto i racconti delle tue avventure.. è stato molto interessante seguirti nelle varie vicissitudini e decisamente di ispirazione. Quindi grazie 🙂

    Veniamo al dunque:
    Io ed un mio amico stiamo organizzando un viaggio fino in Australia! e vorremmo passare dalla Cina.. (dal Kazakistan al Laos)
    Come tu ben saprai non è affatto facile ottenere il permesso di ingresso con un mezzo proprio.. patenti e targhe temporanee, portarsi dietro una guida cinese, comunicare all’ente turismo Cinese l’itinerario dettagliato e ottenerne l’approvazione.. e così via..
    Quindi la domanda è: Come hai fatto?? cosa è effettivamente obbligatorio secondo la tua esperienza?? consigli vari?

    Ti ringrazio in anticipo per qualunque info tu possa fornirci che ci aiuti a realizzare questo progetto..
    GRAZIE

    Un abbraccio
    Federico

    Gionata Nencini on: 12 Maggio 2015 alle 21:45 #11859

    Ciao Federico, grazie per il messaggio e scusa per il ritardo ma la promozione del libro che sto facendo da solo mi ha un po’ distratto dal forum.
    Il tema Cina, come ben sai, non è un tema semplice.
    Di fatto io ho capito come potervi entrare solo dopo avervi rinunciato. Ho infatti spedito la moto da Dalian alla Thailandia e sono prima entrato su uno scooter 50cc che ho poi rotto il giorno dopo e ho così deciso che avrei continuato in treno. Non ero un un momento economico che mi permetteva di fare altre scelte, ma ho poi conosciuto chi è entrato in un modo o nell’altro.
    Mi hanno infatti suggerito due modi, uno dei quali è dimostrato dai fatti di Giampiero Pagliochini, amici motoviaggiatore di indubbia esperienza.
    La sua opzione è stata quella di affidanrsi a un’agenzia che lo ha fatto entrare in gruppo e potendo dividere gli oneri di quanto previsto, munirsi di targe, patente e guida a seguito.
    L’altra è più elaborata e non so fino a che punto veritiera, ma consisterebbe nell’importare la moto smontata a pezzi e, con la complicità dello spedizioniere, farla entrare come ricambio per poi riassemblarla in Cina. L’operazione andrebbe ripetuta in uscita.
    Insomma, non è facile.
    Tu come pensavi di fare?

    federicoc on: 17 Maggio 2015 alle 10:18 #11977

    Eccomi! in ritardo pure io! eheh
    Allora, la soluzione di Giampiero ci è stata appena proposta da un’agenzia che abbiamo contattato.. I problemi sono comunque diversi:
    – l’unico gruppo disponibile a cui aggregarci vuol attraversare tutta la cina in 18g! per noi una sfacchinata con poco senso.
    -Non potremmo passare in alcuni posti dove volevamo passare a causa delle tappe forzatissime, e saremo obbligati a soggiornare dove vogliono gli altri (in alberghi decenti, non nelle bettole economiche dove saremmo andati noi)
    -In ogni caso il tutto ci viene a costare sui 3000 pippi a testa per l’agenzia e l’organizzazione + le nostre spese (compresi gli alberghi di cui sopra)
    =
    4000 pippi a testa circa per fare 600 km al giorno dietro un 4X4?? NEIN!

    L’altra soluzione che mi hai esposto è divertente ma mi pare un poco troppo macchinosa/rischiosa/conunavagonatadiincognite! quindi, NEIN!

    Insomma, stavamo pensando ad un’altra soluzione, per la quale avrei un paio di domande! 🙂
    Dal kazakistan, al posto che entrare in cina, entriamo in russia (Altezza di Novosibirk), Mongolia, di nuovo Siberia fino Vladivostock, Giappone/Sud Korea e poi nave fino Thailandia o zone limitrofe.. In questo modo andremmo secondo i nostri ritmi e dovremmo pure risparmiare un sacco di quattrini.
    Detto questo:
    -Da Vladivostock al Giappone, hai preso un normale traghetto “carica/scarica” o hai dovuto avvalerti di una spedizione commerciale?
    -Pensi sia fattibile spedire la moto dal Giappone o dalla Korea fino in Thailandia (o uno dei paesi limitrofi), se si, di quae ordine di grandezza di costo stiamo parlando? (ci stiamo nei 1000 a moto?)
    -In generale, cosa ne pensi di questo programma? ci vedi qualche problema che noi non vediamo?

    Grazie Gionata!

    Un abbraccio
    Federico

    Gionata Nencini on: 20 Maggio 2015 alle 23:47 #12089

    Ciao Francesco, quindi vedo che l’idea di entrare in Cina salta.
    Per rispondere alle tue domande, vedo di dirti quello che so:

    – Da Vladivostock al Giappone ho preso un traghetto. Come riportato nella pagina 175 del mio libro, vedrai che quel traghetto mi è costato 315 USD nel 2005 (per me e la moto) 3 giorni di navigazione, nella stessa pagina trovi altri prezzi e indicazioni di altre 12 tratte che ho coperto nel mondo.

    – Per le altre tappe raggiungibili dal Giappone o Sud Corea via ferry non saprei, ma internet può sicuramente aiutarti.

    – Per l’itinerario che avete scelto non posso esprimermi, il viaggio è una cosa personale e non credo la mia opinione abbia alcuna utilità, scegliete la strada per ciò che suscita in voi e vedrete che tanto, il viaggio, vi farà dirottare mille volte. Ma ne varrà la pena!

    Kattivic on: 31 Maggio 2015 alle 17:25 #12499

    Pure io sto’ progettando quel viaggio andata e ritorno ne abbiamo parlato a Lignano con Gionata e il problema Cina e veramente una rottura ne ho parlato anche con Giampiero Pagliochini e da quello che ho capito e solo un problema di soldini.

    Io provo a sguinzagliare conoscenze varie vediamo cosa mi diranno .

    Il mio ideale e di fare meno spostamenti senza moto il meno possibile.

    Gionata Nencini on: 31 Maggio 2015 alle 22:12 #12505

    Ciao Vittorio, grazie per la risposta.

    Vedi cosa riesci a fare e tienici aggiornati, se riesci a sbrogliare la situazione, saremo molto contenti di sapere come imitare i tuoi progressi,

    Grazie

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.