Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV

Quale gps acquistare?

Posted In: Navigazione e Gps
  • Sergio_Ventura on: 16 Giugno 2015 alle 12:26 #12764

    Ciao a tutti!

    qualcuno saprebbe consigliarmi un gps moto da acquistare, considerando anche il fatto che oltre a viaggiare su stradale faccio anche Enduro e che non mi dispiacerebbe scoprire nuovi percorsi off/road (sempre se si riescono a trovare le tracce)

    grazie

     

    Gionata Nencini on: 22 Luglio 2015 alle 02:02 #13558

    Ciao Sergio, perdona il mio ritardo ma questo post deve esservi sfuggito. Ti dico che io ho provato Garmin Zumo in Sud America e Tom Tom Rider 2 in Italia. Hanno software completamente diversi, ma anche una struttura diversa, sia come sensibilità del monitor touch che come resistenza alle sollecitazioni.

    Invito qualche esperto dell’argomento e vediamo cosa ne viene fuori. Grazie

    Tommaso_Pini on: 22 Luglio 2015 alle 10:43 #13574

    Ciao Sergio, scusa se rispondo velocemente, ho sentito Gionata, non mi ritengo un esperto ma sicuramente un assiduo utilizzatore di entrambi i marchi e ho seguito nel tempo l’evoluzione dei loro prodotti da moto per arrivare a dirti che… lascia perdere! Se vuoi un GPS veramente valido io ti consiglierei un prodotto Outdoor della Garmin e in particolare il nuovo Oregon 650 (serie T o no dipende solo se vuoi la cartografia topografica precariato o no, ma ormai con le mappe OpenMap Source direi che è sorpassata e sono soldi risparmiati.

    Perché l’Oregon (rapporto qualità / prezzo):

    non ha un display ampio ma sufficiente a vedere tutte le informazioni di navigazione necessarie, che inoltre potrai imparare a personalizzarti in quattro separate finestre a scomparsa sullo schermo

    il display da outdoor ha una marcia in più rispetto ai prodotto stradali perché i suoi cristalli nascono per riflettere il sole e controluce, invece di dover tenere la luminosità al 100% e vedere cmq poco, potrai tenerla a 0% e vedrai benissimo (provare per credere!)

    ha batterie stilo ricaricabili o sostituibili all’occorrenza con due stilo qualunque, non ti lascerà mai a piedi! Volendo poi con cavo USB potrai collegato alla moto ma le batterie se usato correttamente durano 7/8 ore quindi una piena giornata di moto

    è piccolo, tascabile, pratico e adatto a qualsiasi utilizzo (non solo moto, anche trekking, auto…)

    può caricare qualsiasi tipologia di mappe (Garmin o affini), anche le nautiche per capirsi…

    per uso stradale e off secondo me (al momento) è il gps definitivo, manca di bluetooth, informazioni vocali, collegamento al cellulare… ma secondo me sono tutte cose secondarie rispetto a schermo e alimentazione

    spero di essere stato utile

    ciao

    T.

    Gionata Nencini on: 22 Luglio 2015 alle 11:50 #13576

    Grazie Tommaso per aver condiviso la tua esperienza in merito. Vedo di condividere il posto sui miei canali nella speranza che sia utile anche ad altri motoviaggiatori.

    Grazie

    Federico_Cappelli on: 22 Luglio 2015 alle 15:03 #13594

    Ciao a tutti, mi accodo alla discussione perché sto valutando in questi giorni cosa prendere, per la città uso l’iphone e non ho bisogno di altro, ma per lunghi viaggi vorrei qualcosa che mi permetta di pianificare il viaggio punto per punto, magari dal laptop.

     

    @Tommaso: la tua scelta mi sembra molto estrema e orientata all’offroad/adventure spinto, visto che non andrò’ nel deserto del gobi ma principalmente su asfalto o strade bianche mi consiglieresti comunque un navigatore senza turn-by-turn navigation? Hai parlato anche di mappe, si può’ caricare qualsiasi mappa? quale usi? dove si trovano? i controlli del garmin sono adatti a l’uso con i guanti?

    tnx!

    Gionata Nencini on: 22 Luglio 2015 alle 15:11 #13595

    Aiuto, discorso mappe…… ora ne vediamo delle belle!

    C’è la via ufficiale (a pagamento) e la via ufficiosa (non legale). Qui è un discorso di etica.

    Federico_Cappelli on: 22 Luglio 2015 alle 15:15 #13597

    Immaginavo 😉 ci sono passato con i primi tontom anni fa e vorrei evitare di dovermi smazzare giorni si mappe, file di conf, crack ecc ecc.. non conosco le ultime evoluzioni del mercato ma mi serve qualcosa di affidabile, aggiornabile e che non mi porti via giorni per aggiornare una mappa.

    Da studente no, ma adesso sono anche propenso a pagare un giusto prezzo per un buon servizio mappe

    Federico_Cappelli on: 22 Luglio 2015 alle 15:21 #13599

    mi correggo da solo, ho appena scoperto che ha il turn-by-turn! figo, a questo punto… come va?

    Gionata Nencini on: 22 Luglio 2015 alle 15:27 #13600

    Si, diciamo che dopo gli studi, il tempo si riduce e la moneta è più utilizzbile. Io ho provato il Garmin e con MapSource e le mappe istallate (originali e non) si riesce a coprire quasi tutto il monndo @sbaglio Tommi?.

    Poi Tom Tom mi ha mandato in prova il Rider2 con tutta l’Europa, ma all’epoca non aveva il Sud America (che a me serviva) e quindi l’ho reso indietro.

    Non so se il Rider 3 abbia anche quei paesi..

    La terza via è il freeware, google maps, smartphone ecc ecc

    enrico_artini on: 22 Luglio 2015 alle 16:13 #13604

    Salve a tutti e ciao Gionata!
    condivido l’indicazione di gps per l’outdoor invece che quelli stradali perchè questa categoria fa da navigatore stradale e in più va bene per l’off, inoltre funzionano a batterie stilo ricaricabili ovvero recuperabili ovunque.
    Io poi uso il gps anche per altre attività (MTB, alpinismo, kayak) e così uno solo fa per tutto.
    Questi GPS outdoor inoltre son perfetti per registrazione tracce, impostazione di rotte, navigazione su strada o fuori strada seguendo tracce precaricate, gestiscono bussola e altimentro, etc etc.
    Personalmente preferisco quelli NON touch ma coi tasti, per svariati motivi ma principalmente perchè così non ci son problemi coi guanti, il display consuma molto meno e perchè ci si distrae meno a smanettare.
    Ora uso un garmin 62csx con antenna, la ricezione è molto migliore in zone impervie.
    Per la cartografia, come dice bene Gionata, è vero che ci son mappe garmin ufficiali o meno…
    Io utilizzo anche mappe free opensource del progetto OpenStreetMap dove si trovano mappe già pronte in formato garmin per diverse nazioni e regioni, comprese quelle coi sentieri…inoltre guardando e studiando un po’ ci si può realizzare le proprie mappe personalizzate e trasferirle sul garmin.
    Ovviamente esiste lo smartphone con google maps e tutta la suite google (drive, maps, earth, etc etc) ma secondo me ha varie controindicazioni (gps scarso se non aiutato dalle reti wifi o gprs, connettività scarsa in molte zone, consumo, delicatezza,..etc etc) per cui lo evito e così tengo spento il telefono :-).
    Invece mi piace trasferire le tracce registrate del gps e vedere su google earth dove son stato.
    Detto ciò in realtà, se non faccio cose strane da solo, preferisco viaggiare in moto senza guardare il gps e usarlo per registrare traccia o per emergenza…
    Mandi!

    Alessio_Rimoldi on: 22 Luglio 2015 alle 16:19 #13605

    In merito a GPS conoscete Tripy? Lo avete provato?

    Tripy II è un Gps+lettore di roadbook pensato per l’utilizzo in moto ( 4×4, quad, auto, …) che fa anche da navigatore da A a B.

    Robusto e pratico se si deve utilizzare su più veicoli: il suo supporto è un comune Ram Mount da poche decine di euro

    A diffrenza di altri gps le informazioni vengo date tramite note rallystiche, autonomia di 15/20 ore, schermo alta visibilità, mappe Europa Tele Atlas, tasti fisici veri e completamente waterproof.

    Utilizzato da anni in Dakar come gps per mezzi assistenza e stampa.

    Sicuramente non è un prodotto per fare scouting (la sua modalità0 carta poco si addice per chi “esplora”) ma per chi pianifica i propri itinerari a tavolino è un’ottima alternativa o abbinamento a Garmin Oregon/Montana o app varie.

    Giulio on: 22 Luglio 2015 alle 20:44 #13607

    Io è da un anno che uso uno Zumo 390 della Garmin, con cui mi trovo discretamente bene. Aggiornamento mappe a vita e la possibilità di installare le mappe Openstreet da affiancare a quelle garmin (qua il sito per crearle…)

    Il software in dotazione (basecamp) è un ottimo prodotto ma bisogna prenderci la mano perchè non è semplicissimo da usare ma ha delle grandi potenzialità. Io mi stò cimentando nel creare itinerari prefissati (io decido che strada fare) per poi caricare le tracce in formato gpx sul garmin…ma ho ancora dei problemi a fargli fare ciò che voglio 😀 (per creare le tracce, uso questo sito.

    Conosco molte persone che usano sempre Garmin, ma la serie Montana, più adatta anche per le uscite in OFF.

    Gionata Nencini on: 22 Luglio 2015 alle 23:17 #13608

    Ciao ragazzi, io personalmente ritengo il navigatore satellitare molto utile se si devono trovare indirizzi specifici (hotel, uffici postali, banche, ospedali, ristoranti, stazioni di servizio, meccanici) mentre in modalità avventura, preferendo perdermi e navigare a naso nelle zone remote prive dei servizi sopra menzionati, preferirei un mero gps che salvi il mio itinerario su file .gpx (o analoghi) per poi conservarlo, rappresentarlo su mappa o condividerlo via web.

    In caso diemergenza può ricondurmi sui miei passi.

    In quel caso si esula dalla cartografia o software di cui si parla in questo topic, ma volevo dirvi che io con un vecchio BB con gps puro integrato (non aveva sim e quindi niente uso dati) ho registrato le mie coordinate gratuitamente con una piccola app free. L’alternativa a pagamento sarebbe il fond me spot. 

    Se invece si vuole progettare un itinerario e lasciare che il navigatore ci guidi, direi che la leggibilità w chiarezza di informazioni + utilizzo dei comandi con guanti (preferisco anche io i tasti al touch) sono più importanti di altri fattori, ma anche le mappe disponibili sono fattori determinanti, teoricamente il freeware di google copre tutto il mondo.

Stai vedendo 13 articoli - dal 1 a 13 (di 13 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.