Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Ride True ADV
Video Blog: Quale moto per girare il mondo?

Video Blog: Quale moto per girare il mondo?

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

Related posts

30 Comments

  1. Sam

    Dovrò fare Venezia-Amsterdam con una Ducati Monster 600 del 2001…
    Carburatore, raffreddata ad aria, un po’ graffiata praticamente perfetta…se non fosse per la sella spacca-c**o! ahahahahah
    ;D Ciao Gionata!

          1. Ezio

            Io non lo seguo da tantissimo ma sul suo blog scrive che adesso si trova in sudamerica e scrive dei bei reportage. Quindi se ha avuto un incidente ed è rientrato significa che si è già ripreso ed è già ripartito! 😉
            Comunque, mio commento in merito, non esistono moto preferibili esiste solo la TUA moto che si tratti di una XL o di un R1 o di una 883 o di un gilera 50, son tutte buone per partire. Poi ovvio, ogni moto c’ha i suoi pregi e difetti.

  2. Francesco Della Morte

    Uhm io di mio in 2 anni ho visto quasi meta’ europa,(capitali) partendo in moto dal sud italia(Bari). Sinceramente per presa visione sono in parte d’accordo con te per quanto riguarda i ricambi, consumi ecc ecc Per questo sento di consigliare 2 moto in particolare che sinceramente mi hanno sorpreso, le porto nel cuore da sempre, queste 2 sono:
    Honda Africa Twin 750 (bicilindrico)
    Yamaha XLV 750 (bicilindrico cardanico)
    entrambe molto comode con serbatoi giganteschi, magari come consumi non sono il top visto che sono un po’ datate, ma a pezzi di ricambio, manutenzione e affidabilita’ penso che siano ancora imbattute ne ho trovate alcune con passati i 250000km, che giravano che era un capolavoro, con i propri padroni che le portavano in giro x mondo nonostante l’eta e il chilometraggio e senza aver avuto particolari problemi(ovvimente la manutenzione costante e’ tutto)
    Concludo Salutandoti Gio a presto !

  3. luca

    ciao gionata,ti mando questo messaggio riguardo la moto che va bene x i viaggi,o guardato il video che hai in bacheca,e parlavi delle 4 moto,dr 650 (presumo),kle 500,xt600,e dominetor.io ho da poco preso un transalp 650 del 2001 e secondo me non e male,mio papa ha un dominetor del ’94,la differenza x quello che mi riguarda e che con il domi ci fai anche fuoristrada meglio del transalp,poi con il cupolino quello alto ti ripara bene dal aria fino hai 110 ,solo beve un po di olio come tutti i mono di grossa cubatura,poi il motore deriva da quello del xr 650(affidabile) xo un po depotenziato x l uso turistico,per il resto non ha mai avuto problemi ha 44000 km circa.quindi una buona scelta secondo me e anche il dominetor anche xke li trovi a prezzi molto bassi.l xt il dr non so niete io o letto nei vari forum che il kle e buono xo gli manca un po di motore,e x questo che a sto punto io sceglirei il dominetor.spero di esserti stato d aiuto ciaoooo sei un grande!!!

  4. rugbyman

    ciao Gionata!
    beh per quello che sono state le mie esperienze, premesso che sono perfettamente in linea con il tuo pensiero,direi che una super tenerè non sarebbe male o altrimenti una tenerè 600 sempre parlando di modelli a cavallo tra gli anni 80/90! anche un kle che è una bicilindrica ottima secondo me! certo che bisogna anche condiderare che bisogna caricare le moto come muli.per quanto mi riguarda con una super tenerè ho fatto dei bei viaggi dovendomi preoccupare di mettere solo benzina e nient altro, ma ho visto xt 600 caricate all inverosimile .del resto l estetica non conta molto ma l affidabilità si!forse una moto a cardano dà meno preoccupazione di manutenzione ma a discapito del peso tipo la xlv della honda, ma credo che tra yamaha,honda e suzuki (quelle vecchie intendo)la reperibilità di ricambi non è impossibile in giro per il mondo ,credo almeno!poi la moto migliore è sempre quella che non ti abbandona mai 😉

  5. Gianluca

    Anche io viaggio (si fà x dire 🙂 ) in Transalp 600, però in certe situazioni, come dici tu Gionata, potrebbe rivelarsi un pò pesante ed ingombrante…..
    Per questo, secondo me, si potrebbe considerare anche la “BETA ALP 4.0” http://www.betamotor.com/it/alp/bikes/alp-4-0-2008, moto molto semplice e spartana, solo 130kg, serbatoio da appena 10L pero i consumi sono attorno ai 30km/l, raffreddamento ad aria, anche l’affidabilità a detta di quello che si legge sui forum non è male.
    Certo, i difetti sono tutti quelli di una motoretta, pero…. forse potrebbe essere un compromesso accettabile.
    Che ve ne pare??

    Gianluca

  6. buxy86

    Ciao Gionata, ormai ti seguo da parecchio tempo,mi chiamo Andrea ho 23 anni sono di venezia, tanta voglia di viaggiare e lo farò anche io un viaggio in moto lungo, non so se come il tuo ma sarà lungo. Ho fatto anche io delle considerazioni su cosa portarmi via o no, ho studiato un pò di meccanica e sulla base delle mie conoscenze la mia filosofia di moto è questa; innanzitutto a carburatore, raffreddata ad aria, monocilindrica, 4tempi (è d’obbligo),trasmissione a catena, accensione a pedivella, ruota anteriore da 21″, è almeno 20 litri di serbatoio. Sulle vecchie glorie che hai citato sono perfettamente d’accordo, ma se qualcuno avesse in mente di valutare il nuovo posso consigliare una honda dall’ara xr650r (il motore non finisce mai)con kit acerbis che ti permette un serbatoio da 34 litri, l’unico neo è il raffredamento a liquido, quelle un pò datate hanno il raffreddamento ad aria. Spero di aver contribuito positivamente ciao

  7. Luca

    Guarda io ho una yamaha MT-03 del 2007, dotato del mitico motore minarelli(stracollaudato) raffreddato a liquido in dotazione anche sul xt660x, xt660r, e sul tenerè 660……posso confermare quello che ha detto Gionatan il monocilindrico yamaha è un trattore va sempre, non ho mai sentito gente lamentare problemi seri……. per i lunghi viaggi penso proprio che calzerebbe a pennello un XT660R o ancora meglio un tenerè 660(ancora più comodo dell’XT) anche recenti (2007-2008-2009), sono motori semplici e affidabili, e sono moto che trovi tranquillamente usate con 10000km-15000 km(praticamenet nuove) alla modica cifra di 3000-3500 euro!!!…..ovvio su lunghe percorrenze in strada le vibrazioni possono dare qualche fastidio….io ho risolto un pò questo problema cambiando la corona ne ho messa una un pò più piccola, l’Mt-03 monta una corona del 47 montandeno su una del 45 ho abbassato i giri del motore ho dato alla moto più allungo il tutto senza perdere lo spunto del monocilindrico e limitando cosi’ le vibrazioni…..magari qualche piccola modifica senza stravolgere la moto può essere fatta anche su un xt e sul tenerè….

    1. buxy86

      si, bè ktm dal punto di vista tecnico è ok, ma per fare kilometri il sistema ad iniezione non è bene…. se trovi il vecchio modello a carburatore meglio… Io però continuo a dire che le migliori sono l’honda dall’ara con il kit da deserto, e la tenerè sarebbe una delle migliori ma è ha iniezione.

      1. Daniele

        Non sò…troppo estreme..con quella con la dall’ara devi sperare di trovare sempre sterrato! su 100km di strada buona la spappoli!
        Per questo dicevo l’africa, è quella che personalmente tiene entrambe le cose.
        Poi…de gustibus!

        1. buxy86

          Secondo te se uso una moto da enduro su strada la spappolo? Non ho mai sentito nessuno lamentarsi di una cosa del genere, tant’è vero che la honda la fanno anche in versione motard e anche le stesse ktm. L’unica cosa che può succedere è biscottare la gomma da sabbia su asfalto, o comunque alcune gomme specialistiche usate in modo scorretto. Forse mi puoi dire che non è comoda come una transalp, o comunque non ha le caratteristiche di una moto da viaggio, ma è valida per un viaggio intorno al mondo per diversi fattori; i pezzi li trovi ovunque i vecchi modelli e i nuovi sono compatibili, è di facile riparazione, è maneggevole alta e leggera (una comodità sulle strade asfaltate), il motore è una roccia, è stra collaudata nelle lunghe tratte… e ce ne sono altre tante e tante, che potrei dire, e poi è meno estrema di una 690, e poi è soprannominata la cammellona del deserto, per un motivo. In una moto bisogna cercare la versatilità e l’ XR650 è una buona alternativa.

  8. Giacomo

    Ciao Gionata!
    Sto seguendo sognando il tuo viaggio, sono un utente di Dominator.it e ti ho scoperto da lì.

    Come “moto da viaggio”, a parte il mio amore Dominator 650, vorrei consigliarti di inserire nel manuale una scelta strana:
    Honda clr 125 “cityfly” e Honda nx 125 “transcity”.
    Sono due 125 4 tempi di mamma Honda, e li consiglio -dopo aver macinato migliaia di km su entrambe- per diversi motivi.

    (Le stesse cose penso di possano dire della nuova Yamaha XT125 4t)

    Vantaggi:
    -consumi ridicoli, anche 30 e più km con un litro
    -poca potenza, è un vantaggio perchè stressando poco il motore la possibilità di guasti è minima
    -facilissima manutenzione, quasi banale
    -poco consumo gomme
    -poco consumo di freni
    -poco consumo di catena-corona-pignone
    -poco consumo anche di ogni altra parte normalmente usurabile nel tempo
    -leggerissime, compensano la poca potenza con un peso minimo
    -sella bassa, comoda nello sterrato medio-lento con i bagagli per evitare cadute e muoversi con agilità
    -sella abbastanza comoda
    -vibrazioni contenute, sono monocilindrici, ma piccoli
    -agilità estrema, nessuna moto è più agile. La bassa potenza è anche molto molto gestibile, e aiuta a renderle ancora più agili
    -guida piacevolissima e rilassante (solo nei rettilinei asfaltati si soffre un po’, e nelle statali a scorrimento veloce)
    -costo basso, di seconda mano tra i 400 e i 1000 euro
    -bassissimo costo di manutenzione (compresa assicurazione-bollo che costano molto poco)
    -sono mezzi indistruttibili

    Inconvenienti:
    -poca potenza (male sulla sabbia)
    -poca velocità (si può viaggiare tra i 70/80 all’ora, con punte di 100 km/h
    -ancora poca potenza: meno bagagli si portano meglio è, ma io con tenda-occorrente per campare-qualche vestito-cibo non ho avuto problemi

    Come vedi la lista dei vantaggi è molto più lunga di quella degli inconvenienti 😉
    Sono moto che richiedono “pazienza” per viaggiare, perchè non fanno grandi velocità, ma comunque sullo sterrato la differenza non credo si senta molto in termini di velocità.
    Con qualche piccola modifica alle sospensioni credo potrebbero essere dei validissimi mezzi-avventura.
    Molti immaginano che le moto da viaggio debbano avere randi cilindrate, ma questo è vero solo se si viaggia sempre e solo su asfalto (e in parte anche nel deserto, dove velocità e potenza contano), queste moto hanno invece una filosofia simile alla Vespa (che tu consigli), ma secondo me vanno meglio, perchè hanno comunque una struttura “da moto” e non “da scooter”.

    Spero di essere stato utile
    Giacomo da Bologna

        1. Giacomo

          http://www.fileden.com/files/2008/9/6/2083849/Moto.JPG

          Questa è la mia (ex) Honda Cityfly 125.
          Con un baule più grande e quella borsa da serbatoio e qualcosa legato sulla sella al baule hai tutto lo spazio di carico di cui hai bisogno!
          L’ho comperata che aveva 40000 km, in 30000 km ho fatto solo manutenzione ordinaria, mai un guasto al motore, a 70000 gira ancora felicemente trasportando mio fratello e non da segni di cedere! -e non l’ho certo trattata bene, stava sempre all’aperto e i cambi olio li facevo poco spesso-
          “non è più mia ma la amo ancora” 😉

          1. Giacomo

            Ah, ultimissima cosa che mi è venuta in mente:
            Hanno il serbatoio piccolo, circa 10 litri, però con i loro consumi hanno un’autonomia di 270 km circa prima della riserva, e con una tanica da 3 litri aggiungi altri 80-90 km di percorrenza! Mica male nemmeno questo come aspetto.

  9. Valentino Bazzoli

    Ciao Gionata, è un pò che ti seguo. Mi piacerebbe intraprendere la tua stessa avventura finiti alcuni progetti che devo portare a termine (quali università e il risparmio di soldi per acquistare la moto). Mi sto guardando intorno per il mezzo, e a mio avviso (anche a monte dei tuoi consigli) la Yamaha XT 600 E risponde a tutti i requisiti. L’unica domanda che mi viene da porti al riguardo è la seguente: NELLA TUA MOTO E’ PRESENTE O NO L’ACCENSIONE A PEDALE? Perchè in quella che ti ho scritto sopra non c’è, e non vorrei mai che si fottesse l’impianto elettrico nel bel mezzo del nulla! Tu che mi dici al riguardo? Ciao e buona continuazione.
    Cuidado en Chile

      1. Valentino Bazzoli

        Ok allora con questo penso di essermi definitivamente orientato per la Yamaha che ti dicevo prima.
        Ci sentiamo presto che tanto ormai una capatina giornaliera su partireper.it la faccio sempre…
        enjoy your trip!

Leave a Reply

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti