Patagonia Capodanno
Ride True Adventures
Ride True Adventures
Ride True Adventures
Ride True Adventures
Ride True Adventures
Ride True Adventures
Scelta e configurazione borse da viaggio per la moto
Photo Credit To Google Images

Scelta e configurazione borse da viaggio per la moto

gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

Esistono diverse filosofie su come configurare le borse sulla propria moto e su come organizzare il trasporto dei propri oggetti personali all’interno di esse. Questa è probabilmente la fase di preparazione del tuo mezzo in cui potrai dare più sfogo alla tua creatività e ai tuoi gusti.

Diciamo subito che le borse possono essere morbide o rigide, e si dividono in quattro principali categorie:

  • morbide in tessuto sintetico (gore-tex);
  • morbide a tenuta stagna;
  • rigide in plastica;
  • rigide in alluminio.

C’è chi opta per una soluzione totalmente morbida (che sia in gore-tex o in tenuta stagna) chi invece utilizza solo valigie rigide (top case e due valigie laterali), chi ancora utilizza le une e le altre in modo promiscuo (ad esempio: due valigie laterali rigide, una borsa a tenuta stagna sul portapacchi dietro la sella e una borsa in tessuto gore-tex sul serbatoio).

Nello schema seguente, riassumiamo i vantaggi e gli svantaggi delle borse morbide e quelli delle valigie rigide, ricordando che la scelta di tale equipaggiamento dipende soprattutto dai tracciati che percorrerai. Le sollecitazioni da sterrato sono ovviamente più critiche per questo tipo di attrezzatura e la scelta inappropriata per il peso trasportato potrebbero deteriorare l’equipaggiamento scelto in pochi giorni di viaggio, rischiando di danneggiare anche gli oggetti di valore in esso trasportati.

Borse morbide

PRO

  • leggerezza;
  • sono comprimibili al volume trasportato;
  • hanno un costo minore di quelle rigide;
  • il contenuto non risente delle vibrazioni;
  • necessitano di staffe più leggere.

CONTRO

  • più fragili contro urti e cadute;
  • sono soggette a furti;
  • il fissaggio con cinghie é meno stabile;
  • possono bruciarsi con il finale di scarico;
  • una caduta, può danneggiare il contenuto;
  • le chiusure lampo cederanno.

Valigie rigide

PRO

  • più sicure dai furti, se chiuse a chiave;
  • sono impermeabili al 100%, se non deformate a seguito di cadute;
  • assorbono maggiormente gli urti, proteggendo anche la moto in caso di caduta;
  • sono utili per la vita da campo: fungono da tavolino, blocco per la tenda, cavalletto per la riparazione o la manutenzione della moto.

CONTRO

  • ingombro;
  • peso;
  • costo;
  • volume limitato a quello dichiarato: non si possono espandere né comprimere in caso di carico minore. Un’eccezione sono le Vario (dotate di un meccanismo interno che ne aumentano il volume).

Borse morbide in gore-tex

Il gore-tex è un materiale molto resistente al taglio e all’abrasione, nonché parzialmente impermeabile. In caso di pioggia, è bene rivestire questa tipologia di borse con un’ulteriore protezione in plastica su misura (solitamente già in dotazione con le borse) per assicurarne la totale impermeabilità. L’operazione potrebbe risultare noiosa e rubare tempo prezioso, oltre al fatto che i sacchi in plastica rischiano sempre di volare via dalla moto…

Alcune di queste borse presentano la possibilità di bloccare le loro cerniere lampo con un lucchetto supplementare, in modo da scoraggiarne l’apertura.

Il gore-tex è impiegato per la realizzazione di molti prodotti dedicati ai bagagli: borse da sella, da serbatoio, da barra manubrio, borse rettangolari da fissare sopra alle valigie rigide laterali, marsupi e borselli porta-attrezzi.

La borsa morbida da sella merita un approfondimento. Si fissa al posto del passeggero, proprio dietro al pilota. È la soluzione più pratica in alternativa allo zaino. Uno zaino sulla schiena del motociclista tenderà sempre a sbilanciarne il baricentro, oltre che a gravarlo col suo peso per tutte le ore del viaggio, causandogli possibili dolori cervicali e muscolari. Una borsa da sella, invece, permette di essere ugualmente accessibile al pilota in ogni momento.

Poiché, come abbiamo già detto, il gore-tex non assicura un’impermeabilità al 100%, è bene riempire la borsa da sella con oggetti che non temono l’umidità. Io vi alloggiavo, tra le varie cose: la bottiglia dell’olio motore per fare i rabbocchi, le bombolette spray per la pulizia e lubrificazione della catena, le moffole e un impermeabile da mettere sopra la giacca in caso di brutto tempo.

Borse morbide a tenuta stagna

Le sacche a tenuta stagna sono tra le ultime innovazioni del mototurismo. Le prime furono realizzate da Ortlieb, che ancora oggi è tra le marche più apprezzate per qualità e design. Oggi sono prodotte anche da molte altre aziende, tra cui le italiane Givi e Amphibious. Sono borse completamente impermeabili, leggerissime, realizzate con un materiale versatile che si adatta al carico minimo contenuto. Molte di esse presentano una chiusura avvolgente (roll-up) che viene arrotolata finché il carico al loro interno non è compresso. Si riduce così al minimo il loro ingombro.

gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-roll-up-borsa

Spesso sono realizzate con colori fluo che hanno la funzione di rendere maggiormente visibile il motociclista sulla strada. Il loro maggior difetto è che, in caso di caduta, si lacerano facilmente e diventa complicato rattopparle se non si dispone del loro kit di riparazione specifico. Inoltre, sono propense a flettersi sotto il loro peso (spesso toccando il finale di scarico), perciò si consiglia di poggiarle su una piastra sufficientemente ampia.

Borse morbide interne per valigie rigide

Qualora tu scelga di configurare la tua moto con delle valigie rigide, ti consiglio vivamente di dotarti anche delle loro specifiche borse interne. Sono delle borse in cordura o in tessuto, spesso impermeabili, che si adattano perfettamente al volume delle valigie per le quali sono state progettate e che offrono molti vantaggi.
Innanzitutto garantiscono una seconda protezione da acqua, polvere e agenti esterni, che può tornare molto utile nel caso in cui una caduta danneggi l’ermeticità delle valigie rigide, permettendo alla pioggia o alla sabbia di penetrarvi. Inoltre, esse facilitano il trasporto dei bagagli quando si sosta la sera: invece di smontare ogni volta la valigia rigida, basterà estrarre la borsa morbida, che tra l’altro è già dotata di una propria maniglia.

gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-borse-interne-morbide
Un altro vantaggio è che queste borse sono predisposte al loro interno con alcuni scomparti, che permettono di disporre il proprio carico in modo ordinato. Infine, se si utilizzano delle valigie rigide in plastica con apertura laterale, la borsa morbida interna scongiurerà ogni volta la caduta dei propri oggetti personali.

Borse rigide: alluminio vs plastica

Benché si tratti sempre di valigie rigide, alluminio e plastica hanno caratteristiche molto diverse. Entrambi i materiali hanno una buona capacità di assorbimento degli urti, che è più alta nella plastica. Tuttavia, se una valigia di plastica si rompe, non la si può riparare facilmente, mentre una valigia di alluminio la si può saldare e, se ammaccata, può sempre essere ribattuta.

Le valigie in plastica non permettono l’aggiunta di accessori extra sui loro fianchi, al contrario di quelle in alluminio, che sono predisposte con ganci esterni o fori ai quali fissare con delle viti ulteriori supporti porta taniche o porta-attrezzi, o ancorare con delle cinghie un kit anti-foratura o uno di pronto soccorso. Un altro punto a vantaggio delle valigie in alluminio è il loro sistema di apertura verticale, con un coperchio facile da rimuovere.

Al contrario, le valigie in plastica si aprono lateralmente, pertanto la loro apertura richiede ogni volta una buona dose di attenzione per evitare di fare cadere per terra tutto il loro carico. Di contro, le valigie in alluminio pesano di più e le più dure possono trasferire più stress alle staffe.

La terra e lo sporco potrebbero otturare le serrature delle valigie rigide e renderne difficile l’apertura. In tal caso, lubrificale con il WD40.

Borse in alluminio: acquistate o fai da te?

Più che una scelta, qui si tratta di un’esigenza. Le strade sono due.
Puoi costruire le tue borse in alluminio sulla base dei telaietti che il mercato offre per la tua moto (sceglili in acciaio a sezione tubolare, più robusti di quelli a sezione quadrata o rettangolare), oppure provvedere tu stesso alla progettazione dei telaietti e farti un set di borse ad hoc.

C’è anche chi staffe e valigie le ha costruite quando era già in viaggio, con materiale di recupero e due utensili. L’argentino Gustavo Cieslar [www.re-moto.com], che in sella a una Yamaha YBR 125 a due tempi ha compiuto il giro del mondo in sei anni, pochi giorni dopo la partenza da Buenos Aires si fermò in Brasile, dove acquistò e assemblò dei pannelli di alluminio per costruire delle valigie laterali di grandezza personalizzata e molto capienti.

Con quel set di borse ha visitato 40 paesi e percorso 87.000 km.

34 remoto borse alluminio
34b remoto borse alluminio

Ecco anche un esempio documentato su youtube realizzato da chi ha dedicato tempo per la realizzazione fai-da-te di un set di borse simili a quelle disponibili in commercio.

Telaietti rinforzati

Se la tua scelta ricadrà su un sistema di montaggio bagagli già presente sul mercato, sii consapevole dell’utilizzo per il quale quel determinato sistema è stato progettato. Infatti, non tutti i sistemi di aggancio per le valigie rigide sono adatti a ogni tipo di impiego. Alcuni sistemi possono essere studiati esclusivamente per un uso urbano o stradale, e quindi evidenziare dei limiti nell’uso su sterrato. Così è successo a me, quando sul primo fuoristrada in Siberia si verificarono dei cedimenti sul telaietto che avevo acquistato. A quel punto, mi premurai di rinforzarlo con un ponte costituito da un tubolare che imbullonai tra il telaietto sinistro e quello destro.

Prima di intraprendere il tuo viaggio-avventura, esegui un test di alcuni chilometri su terreni dissestati, con la moto a pieno carico. Verifica i punti critici del sistema di fissaggio bagagli che hai scelto di adottare. In questo modo puoi ovviare ad eventuali debolezze prima che esse si manifestino a viaggio in corso.

gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-telaietti-rinforzati-ponte

Ancoraggio di sicurezza per le valige laterali

Cosa succederebbe se durante la marcia si staccasse una delle borse rigide? Meglio non immaginarlo. Per ovviare a questo possibile inconveniente, puoi premunirti di un ancoraggio di sicurezza aggiuntivo. Ecco tre possibili soluzioni:

  • avvolgere la valigia con un ragnetto, i cui ganci andranno a fissarsi sul telaietto portabagagli;
  • utilizzare delle cinghie tiranti piatte, come quelle che si usano per il fissaggio delle borse morbide a tenuta stagna, meglio se dotate di una chiusura “variabile” con fibbia metallica, che possa bloccarne bene la tensione;
  • utilizzare un elastico con ganci metallici alle due estremità. Fare passare l’elastico dietro una delle staffe centrali sul retro della sella, e fissare i ganci direttamente al bagaglio: o praticando dei fori sulla valigia, o avvalendosi di cavità o maniglie o asole già presenti sulla stessa.
gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-ancoraggio-borse-laterali-4
gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-ancoraggio-borse-laterali-3
gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-ancoraggio-borse-laterali-2
gionata-nencini-partireper-honda-transalp-equipaggiamento-scelta-e-configurazione-borse-da-viaggio-per-la-moto-ancoraggio-borse-laterali-1
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti

Post source : Manuale del Motoviaggiatore

Related posts

10 Comments

      1. Atreiu Artax

        va bene, vedrai che leggerò e farò domande,
        Comunque dopo anni di borse rigide, sono passato a quelle morbide, Enduristan nel caso specifico, mi trovo benissimo, anche in offroad un poco più impegnativo cosa che non facevo con la moto precedente che era un classico GS1200 Adv del 2010, adesso ho un KTM 1190 Adv R, tutt’altra moto… VERA MOTO ! 🙂
        Insomma le morbide per me vanno meglio a cominciare dal peso

Leave a Reply

PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti
PDF Gratuiti